Crisi visti, nuove tensioni tra Libia e Svizzera

Crisi visti, nuove tensioni tra Libia e Svizzera

Crisi visti, nuove tensioni tra Libia e Svizzera

Nuove tensioni tra Libia e Svizzera sul fronte della crisi dei visti. Tra Berna e Tripoli è in corso da giorni una crisi che ha coinvolto tutti i Paesi dell'area Schenghen dopo che la confederazione ha inserito 186 nominativi libici, tra cui quello del colonnello Gheddafi, nella black list degli indesiderati. Sulla questione è intervenuto anche il premier Silvio Berlusconi, che ha avuto un colloquio telefonico domenica con Gheddafi nel tentativo di contenere la crisi" dei visti.

 

Lo ha reso noto l'agenzia di stampa libica Jana precisando che la conversazione si e' svolta ''nel quadro nel lavoro di coordinamento e consultazioni continue fra loro riguardo le questioni regionali e internazionali di interesse comune''. Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha confermato che "la scorsa notte ci sono stati contatti, abbiamo rivolto un appello alle autorità libiche e anche Berlusconi ha parlato con Gheddafi. Per quanto riguarda la Svizzera, speriamo che decida di lasciare cadere la cosiddetta lista nera Schengen allo scopo di evitare qualche forma di rappresaglia", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -