D'Alema lancia Marini: ''Apprezzo il suo impegno per il dialogo''

D'Alema lancia Marini: ''Apprezzo il suo impegno per il dialogo''

Massimo D’Alema, ministro degli esteri, vice presidente del Consiglio e principale protagonista della politica italiana, rilancia l’ipotesi di un governo a “larga base parlamentare”. Lo fa in una intervista al Tg1 nella quale il titolare della Farnesina traccia la propria ‘road map’ per uscire dalla crisi.


D’Alema ritiene che il Paese “avrebbe bisogno di un governo sostenuto da una larga base parlamentare che affronti le vere emergenze”.


“Se noi fossimo un Paese normale, in un momento come questo, alla vigilia di una grave crisi economica internazionale – ha spiegato D’Alema -, alla vigilia di una situazione di tensione nei Balcani per la vicenda del Kosovo, dovendo mettere ordine nelle istituzioni e rendere il Paese governabile, ridurre il numero dei parlamentari, dei consiglieri regionali, tagliare i costi della politica... emergenze di questo tipo si affrontano insieme e io credo che sarebbe ragionevole fare un governo per affrontare questi problemi".


D’Alema ha appoggiato anche l’ipotesi di un mandato esplorativo al presidente del Senato, Franco Marini. “Ho sempre apprezzato molto l'impegno di Marini per il dialogo”, ha detto D’Alema esaltando le doti di “grande equilibrio'' con cui Marini ha svolto l’incarico di presidente di Palazzo Madama.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -