Dell'Utri, Maroni: ''In galera se la Cassazione conferma''

Dell'Utri, Maroni: ''In galera se la Cassazione conferma''

Dell'Utri, Maroni: ''In galera se la Cassazione conferma''

ROMA - Marcello Dell'Utri "probabilmente dovrà andare in galera" se la Corte di Cassazione dovesse confermare la sentenza di condanna emessa dalla Corte d'Appello di Palermo (sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa) "perché non c'è immunità che tenga di fronte ad una sentenza di condanna". Fino ad allora è innocente. Lo ha affermato il ministro dell'Interno Roberto Maroni, ospite di Lucia Annunziata su Raitre nella trasmissione "In mezz'ora".

 

Venerdì è stata resa nota la motivazione della sentenza di condanna di Dell'Utri a sette anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Nel documento dei magistrati, la tesi sostenuta è che "tramite l'amico siciliano, Silvio Berlusconi pagava Cosa Nostra" e che lo stalliere di Arcore, Vittorio Mangano, fu assunto dal Cavaliere con l'avallo della mafia, anche se quest'ultimo avrebbe sempre millantato sui suoi rapporti con Dell'Utri.

 

A Maroni ha fatto eco l'altro esponente leghista Roberto Castelli: "Faccio fatica - ha detto Castelli nel corso della puntata di "In onda" su La7 - a vedere Marcello Dell'Utri in questa veste (quella di mediatore tra Stato e mafia, ndr). Ma se la magistratura deciderà che è così, dovremo prenderne atto, chi con amarezza, chi con soddisfazione e Dell'Utri andrà in carcere".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -