Demenza senile, colpa anche della depressione

Demenza senile, colpa anche della depressione

La depressione può raddoppiare il rischio di sviluppo di demenza in avanzata età. Lo dicono due studi effettuati dai ricercatori dell'università del Massachusetts, coordinati da Jane Saczynski. All'origine della demenza potrebbe esserci l'infiammazione del tessuto cerebrale che ha luogo quando una persona soffre di depressione.

 

Il primo studio, effettuato controllando 949 anziani per 17 anni, ha permesso di appurare che i segnali di demenza senile sono stati più evidenti dopo episodi di depressione. Il 22% dei pazienti affetti da depressione ha sviluppato forme di demenza senile, contro il 17% di quelli che non hanno avuto precedentemente depressione.

Nel secondo studio sono state analizzate oltre mille persone. Chi aveva subito almeno un episodio di depressione andava incontro ad un rischio raddoppiato di sviluppare la demenza in una fase più avanzata dell'età.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -