Demolizioni, bocciato il dl Campania. Maggioranza contro la Bindi

Demolizioni, bocciato il dl Campania. Maggioranza contro la Bindi

Demolizioni, bocciato il dl Campania. Maggioranza contro la Bindi

Governo ko alla Camera nella votazione della pregiudiziale sul decreto "recante temporanea sospensione di talune demolizioni disposte dall'autorità giudiziaria in Campania". L'Aula di Montecitorio ha approvato infatti la pregiudiziale di costituzionalità presentata dall'Italia dei valori con 249 sì e 231 no. Il testo era stato già approvato dal Senato. Ma è polemica: i deputati della maggioranza hanno accusato a vicepresidente Rosy Bindi di aver chiuso la votazione anzitempo.

 

Ovvero mentre alcuni esponenti di Pdl e Lega stavano rientrando in aula. I parlamentari della maggioranza hanno chiesto che la votazione venga ripetuta. A questo proposito, il presidente della Camera Gianfranco Fini ha convocato la conferenza dei capigruppo di Montecitorio. "Ho dato molto più tempo di altre volte", ha detto la Bindi, evidenziando che "l'esercizio del diritto di voto non può essere fatto valere «prendendosi pause più lunghe di quelle previste dall'ordine del giorno".

 

"Non accettiamo la prevaricazione di cui lei si è resa responsabile", ha attaccato il capogruppo del Pdl, Fabrizio Cicchitto. Il leghista Luciano Dussin ha chiesto le dimissioni della vicepresidente. A difesa della Bindi interviene il capogruppo del Pd, Dario Franceschini: "A tutto c'è un limite. Cercare di scaricare sul presidente di turno i risultati dell'assenza di 64 deputati del Pdl e addirittura immaginare che si possa ripetere una votazione sfavorevole, significa sollevare fumo per coprire le proprie responsabilità politiche".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -