Di Pietro: "Al governo la Nuova P2". Guzzanti durissima

Di Pietro: "Al governo la Nuova P2". Guzzanti durissima

Di Pietro: "Al governo la Nuova P2". Guzzanti durissima

Durissimi attacchi da piazza Navona a Roma contro il governo Berlusconi. Si è conclusa verso le 22 la manifestazione "No Cav Day" promossa dalla rivista "Micromega" e dal movimento dei ‘girotondi', assieme al leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. Proprio Di Pietro è stato quello che ha lanciato le accuse più dure, parlando di "comportamenti da nuova P2. Anzi, da vecchia P2 perché loro sono sempre quelli, erano iscritti prima e sono sempre quelli".

 

Sul palco sono intervenuti anche il giornalista Marco Travaglio, del comico Beppe Grillo e di Sabina Guzzanti. E proprio lei è stata quella che ha lanciato le accuse più insinuanti attaccando il premier e la ministro per le pari opportunità Mara Carfagna ("ma tu non puoi mettere alle Pari opportunità una che sta lì perché te lo ha succhiato, non la puoi mettere da nessuna parte ma in particolare non la puoi mettere alle Pari opportunità perché è uno sfregio").

 

Accuse infamanti, che non hanno risparmiato neppure Papa Benedetto XVI, che è stato addirittura accusato di aver fatto cadere il governo Prodi per l'insistenza "sull'intervento negato al pontefice all'università di Roma", mentre secondo la Guzzanti "non c'è un motivo al mondo per cui Ratzinger avrebbe dovuto inaugurare l'anno accademico de La Sapienza". Anatema finale contro il Santo Padre da parte della Guzzanti, che ha pronosticato: "Arderà tra le fiamme in mezzo a un mar di diavoli frocioni".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E Beppe Grillo, intervenendo telefonicamente, attacca duramente il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dicendo: "Ve lo immaginate Pertini che firma una legge che lo rende immune dalla legge? Io vorrei sapere chi è Napolitano, che quando a Chiaiano c'erano le cariche della polizia era a Capri che festeggiava con due inquisiti, Bassolino e la moglie di Mastella".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -