Di Pietro scrive a Napolitano: ''chiarisca 'letterina di rimprovero' a Berlusconi''

Di Pietro scrive a Napolitano: ''chiarisca 'letterina di rimprovero' a Berlusconi''

Di Pietro scrive a Napolitano: ''chiarisca 'letterina di rimprovero' a Berlusconi''

ROMA - Una lettera al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è stata recapitata dal leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro a cui chiede alcuni chiarimenti sul via libera alla legge sulla sicurezza, criticando le scelte del Colle: ovvero una semplice "letterina di rimprovero" al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi mentre il provvedimento sarebbe stato da rinviare "con le stesse identiche motivazioni" alle Camere, secondo l'ex magistrato.

 

"Lei ha ritenuto - ha scritto Di Pietro - di comportarsi diversamente ed a noi cittadini (e rappresentanti di cittadini, in quanto parlamentari eletti) non è restato altro che prenderne atto ed esprimere le nostre riserve e valutazioni". "Lei, però, - ha continuato il leader dell'Idv - è andato oltre e si è messo a polemizzare con me, che l'avevo invitata a non firmare né a promulgare la legge, affermando (anche qui cito testualmente): "chi invoca polemicamente e di continuo poteri e perfino doveri che non ho, mostra di aver compreso poco della Costituzione"".

 

L'ex magistrato ha rivolto alcune domande al capo dello Stato: "è vero o no che, in questi casi, Lei ha il potere (e perfino il dovere, per usare le sue stesse parole) di non promulgare immediatamente la legge ma rinviarla alle Camere, con un messaggio motivato (art. 74 Cost.)?". Quindi, ha concluso "La prego, sig. Presidente Napolitano, mi risponda nel merito, invece di offendermi anche Lei gratuitamente".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -