Di Pietro 'apre' al governo tecnico

Di Pietro 'apre' al governo tecnico

Di Pietro 'apre' al governo tecnico

Il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, apre all'ipotesi di un governo tecnico. Lo fa a modo suo, con i toni coloriti che lo contraddistinguono, e piantando condizioni e paletti ben precisi. L'Idv si dice quindi disponibile ad un "governo tecnico di emergenza" che abbia lo scopo ben preciso di cambiare la legge elettorale ed andare subito al voto, sotto l'alta garanzia del Capo dello Stato che deve 'coprirne' istituzionalmente durata e modalità.

 

Per Di Pietro "è' in atto una gravissima crisi che investe il paese sul piano economico, istituzionale e politico, con lo sfaldamento di una maggioranza i cui componenti ormai giocano allo sfascio, rinfacciandosi vicende scabrose di cui sono protagonisti".

 

Di Pietro e i suoi sono determinati a battersi "affinché si vada al più presto alle urne, anche in autunno, e siamo disposti ad allearci perfino con il diavolo pur di ridare al paese una speranza per il futuro".

 

Il leader dell'Italia dei Valori parla anche della posizione di Gianfranco Fini. "Fini è stato tardivo e insufficiente nel dare spiegazioni. Sul piano penale probabilmente non c'è niente, ma sul piano politico... Lo voglio dire in dipietrese: Fini sta a casa sua, ce l'ha a fianco il cognato e allora chieda al cognato: ma chi è questo da cui hai preso la casa in affitto? Se non fa chiarezza presto e bene, è fini...to pure lui".  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -