Dietro la strage all'aeroporto di Mosca c'è una donna

Dietro la strage all'aeroporto di Mosca c'è una donna

Dietro la strage all'aeroporto di Mosca c'è una donna

MOSCA - Sono due gli attentatori della strage all'aeroporto Domodedovo di Mosca. L'esplosione, secondo una fonte, si è verificata quando la presunta kamikaze, con a fianco un uomo, ha aperto una borsa. L'uomo è stato decapitato dall'esplosione. Secondo alcune informazioni i due presunti terroristi sono stati condotti in aeroporto da un complice che poi ha aspettato in un'auto parcheggiata davanti allo scalo Il bilancio è di 35 morti e 130 feriti, tra cui un italiano.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di Rosario Romano, ma le sue condizioni non sono gravi. L'attentato all'aeroporto di Mosca ha una chiara matrice caucasica, secondo quanto ha riferito una fonte della polizia all'agenzia Ria-Novosti. L'esplosivo usato potrebbe essere quantificato fra i cinque e dieci chili di tritolo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -