Disastro aereo in Russia, muore il presidente polacco Kaczynski

Disastro aereo in Russia, muore il presidente polacco Kaczynski

Disastro aereo in Russia, muore il presidente polacco Kaczynski

MOSCA - Sciagura aerea in Russia: il volo sul quale viaggiava il presidente polacco Lech Kaczynski e la moglie si è schiantato sabato mattina in fase d'atterraggio all'aeroporto russo di Smolensk. A bordo vi erano 96 persone, tutte decedute. Nell'incidente è stato decapitato tutto il gotha delle istituzioni polacche, con l'eccezione dell'attuale primo ministro Donald Tusk, che ha subito disposto una riunione d'emergenza di quel che resta del governo a Varsavia.

 

LE VITTIME -  Il presidente polacco sarebbe dovuto recarsi a Katyn e rendere omaggio alle 22.000 vittime dell'eccidio ordinato da Stalin. A bordo dell'aereo vi erano, oltre a Lech Kaczynski, il capo di stato maggiore polacco, Frantiszek Gagor, il viceministro degli Esteri, il governatore della banca centrale, 13 ministri, l'ex presidente Ryszard Kaczorowski, alcuni deputati, il candidato conservatore alle prossime presidenziali Przemyslaw Gosiewski e il vescovo cappellano dell'esercito. Nell'aereo si trovavano a bordo anche i parenti degli ufficiali della strage sovietica avvenuta nel 1940. I poteri del capo dello Stato sono stati assunti dal presidente della Camera, Bronislaw Komorowski fino alle prossime elezioni presidenziali. Secondo i costituzionalisti, la data delle elezioni deve essere annunciata entro due settimane e le elezioni si devono svolgere entro due mesi.

 

COMMISSIONE D'INCHIESTA - Il presidente russo Dmitri Medvedev ha creato una commissione d'inchiesta che dovra' chiarire le cause che hanno portato alla sciagura aerea. A guidare la commissione sara' il premier Vladimir Putin. Il Tupolev 154 e' precipitato dopo aver urtato con le chiome di alcuni alberi. In seguito allo schianto il velivolo si e' spezzato in piu' parti. Sulla zona gravava una fitta nebbia ed le autorità aeroportuali avevano consigliato di dirigersi sull'aeroporto di Minsk, in Bielorussia.

 

IL GIALLO DEL PILOTA - Il pilota però ha ignorato l'avvertimento e ha fatto tre tentativi di atterrare andati a vuoto. Il quarto è stato quello fatale. Intanto una delle scatole nere del Tuipolev è stata recuperata nel luogo dello schianto. L'aereo era in servizio dal 1990. Il volo inaugurale era stato effettuato proprio dieci anni fa, scrive il New York Times citando i dati raccolti dall'Aviation Safety Network, un'organizzazione americana specializzata in analisi e statistiche sulla sicurezza dei voli aerei. Da quando e' stato introdotto il nuovo modello del Tu-154, nel 1968, se ne sono schiantati 66, provocando la morte di 2.725 persone.

 

REAZIONI - Da tutto il mondo le reazioni politiche. La morte del presidente polacco Lech Kaczynski "e' un grave lutto che colpisce un Paese amico e a questo lutto noi partecipiamo con il cuore", ha dichiarato il premier Silvio Berlusconi. "Ho cercato -ha aggiunto- suo fratello, il Primo ministro polacco, non sono riuscito ad averlo, la Polonia e' un Paese amico, ero personalmente amico del presidente". La cancelliera tedesca Angela Merkel, si e' detta "sconvolta", mentre il premier britannico Gordon Brown si e' detto "scioccato e addolorato". "Il presidente - afferma Brown in un comunicato - era uno degli attori piu' importanti della storia politica moderna della Polonia". "Dal suo ruolo nel movimento Solidarnosc - prosegue il leader britannico, che si trova nella sua circoscrizione a Kirkcaldy, in Scozia - alla sua lunga e rispetta carriera al servizio dello Stato (...) manchera' al resto del mondo e restera' nella memoria come un patriota appassionato e un democratico".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -