Dramma alla Coppa d'Africa, attacco alla nazionale del Togo: 3 morti

Dramma alla Coppa d'Africa, attacco alla nazionale del Togo: 3 morti

Dramma alla Coppa d'Africa, attacco alla nazionale del Togo: 3 morti

Il Togo si ritirerà dalla Coppa d'Africa dopo il sanguinoso attacco subito dal pullman della nazionale che ha causato tre morti e otto feriti. Lo ha reso noto la Bbc nel suo sito. Le vittime sono l'autista del bus, l'allenatore in seconda Hubert Velud e l'addetto stampa Stan Ocloo. Gravemente ferito il portiere Kodjovi Obilalé. La notizia del ritiro del Togo è stata confermata anche dal Manchester City, comunicando il rientro dall'Angola del centravanti Emmanuel Adebayor.

 

Il Togo è inserito nel Girone B nel torneo insieme a Costa d'Avorio, Burkina Faso e Ghana. Il portavoce della delegazione Anzouan Kacou ha smentito l'intenzione del ritiro alla Reuters: "La competizione andrà avanti". Il Governo del Togo ha richiamato in patria la nazionale di calcio. L'attacco è stato rivendicato dal Fronte di liberazione dell'enclave di Cabinda (Flec), che si batte dal 1975 per l'indipendenza del territorio tra la Repubblica democratica del Congo e il Congo-Brazzaville. Sull'attentato è intervenuto anche il primo ministro dell'Angola. che ha dichiarato che si è trattato di "un atto isolato" e "la sicurezza delle squadre è garantita".

 

La competizione continentale africana di calcio prenderà comunque il via lo stesso domenica in Angola. Tuttavia la paura di nuovi attentati serpeggia tra alcune squadre italiane che hanno giocatori in Angola. L'Udinese ha chiesto ufficialmente il rientro di Kwadwo Asamoah. All'Inter non si registrano particolari preoccupazione per Samuel Eto'o, che in vista del torneo continentale si trova ancora in ritiro con il Camerun a Nairobi in Kenya.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -