Ds, Mussi conferma la scissione: ''Faremo un partito autonomo e di sinistra''

Ds, Mussi conferma la scissione: ''Faremo un partito autonomo e di sinistra''

FIRENZE – “Buona fortuna compagni”. Così Fabio Mussi, a nome dei delegati eletti nella seconda mozione, si è congedato dai Ds e annunciato l’avvio di una fase costituente anche per la sua corrente.


"Confermo qui, non con animo leggero, l'indisponibilità della minoranza che rappresento a partecipare alla Costituente del Partito democratico – ha detto Mussi -. E' vero che nei Ds ci sono le correnti: a questo congresso tre. Nel Pd ce ne saranno 33: non si sentirà la nostra mancanza. Noi ci fermiamo qui".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’asse del centrosinistra sarà inesorabilmente spostato al centro", è la previsione di Mussi a riguardo alla nascita del nuovo Pd. Dunque l’intenzione del suo movimento “è di costruire un movimento politico autonomo, che si propone di aprire un processo politico nuovo, più di sinistra del Pd. Non un altro piccolo partito. Ma un progetto volto a riunificare le forze. A mantenere viva la prospettiva di una forza di sinistra di ispirazione socialista. Laica e di governo. Del lavoro, dei diritti, delle libertà femminili, dell'ambientalismo, aperta alle nuove culture e alle sfide di questo secolo. Alleata del Partito democratico".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -