Egitto, accordo governo-opposizione. I Fratelli musulmani: "Non basta"

Egitto, accordo governo-opposizione. I Fratelli musulmani: "Non basta"

Egitto, accordo governo-opposizione. I Fratelli musulmani: "Non basta"

IL CAIRO - Entro marzo nascerà un comitato per le riforme costituzionali in Egitto. È questo il principale accordo raggiunto al Cairo tra il vice presidente Omar Suleiman e le opposizioni (Fratelli musulmani - il principale gruppo antigovernativo, da decenni bandito dalla scena politica ma al contempo tollerato -, il partito liberale Wafd, Tagammu di sinistra, gruppi di giovani pro-democrazia e da figure indipendenti e uomini di affari).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I Fratelli musulmani hanno rilevato che le riforme proposte dal regime di Hosni Mubarak per uscire della crisi politica sono "insufficienti", e rappresentano solo l'inizio della trattativa: "Se vediamo in futuro che il dialogo non è serio certamente inviteremo il popolo a una nuova rivolta". Così Barack Obama: "I Fratelli musulmani non hanno il sostegno della maggioranza", ha affermato il presidente americano, che auspica la formazione di "un governo rappresentativo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -