Egitto, cecchini sparano in piazza. E' caccia ai giornalisti

Egitto, cecchini sparano in piazza. E' caccia ai giornalisti

Egitto, cecchini sparano in piazza. E' caccia ai giornalisti

ROMA - Anche quella di giovedì è stata una giornata di sangue e altissima tensione al Cairo. Alcuni cecchini hanno aperto il fuoco dal tetto dell'albergo Remsis su piazza Abdul Munim Riad, nel centro della capitale, uccidendo una persona e ferendone due. In precedenza uno straniero è stato picchiato a morte in Piazza Tahrir. E i giornalisti presenti hanno denunciato un crescendo di intimidazioni nei loro confronti, con episodi di pestaggi e arresti.

 

Il vicepresidente egiziano, Omar Suleiman, ha provato una mediazione con l'opposizione, offrendo la possibilità di indire elezioni presidenziali per agosto giustificando che anticiparle determinerebbe un "vuoto costituzionale". Quindi ha invitato i giovani ad aver fiducia in Hozni Mubarak ("è un uomo di parola"). Quindi si è detto convinto che le violenze siano state siano state frutto di "un complotto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -