Elezioni 2011, gli industriali incontrano i candidati alla presidenza della provincia

Elezioni 2011, gli industriali incontrano i candidati alla presidenza della provincia

RAVENNA - Internazionalizzazione, innovazione, porto e sistema logistico: sono alcune delle priorità per lo sviluppo futuro del territorio che gli industriali hanno sottoposto ai sette candidati alla Presidenza della Provincia. "L'iniziativa - spiega il Presidente Giovanni Tampieri - prosegue la tradizione che vuole la nostra Associazione in un ruolo attivo nel dialogo con le Istituzioni e con chi si candida ad assumere un ruolo di rilievo nelle stesse".

 

"Non potrebbe essere diversamente - ha proseguito -. Confindustria rappresenta gli interessi e le legittime aspettative degli imprenditori di questo territorio, ed è tenuta ad incalzare chi amministra la cosa pubblica affinché quegli interessi e quelle attese siano tenute nella doverosa considerazione".

 

"La base della discussione è stato il documento elaborato un anno fa dall'Associazione "Ravenna: una nuova sfida per il futuro", e presentato a dicembre alla Conferenza economica provinciale", ha aggiunto Tampieri. Ai candidati è stato chiesta un'opinione sul possibile sviluppo, nei prossimi cinque anni, dei seguenti temi: Centralità dell'impresa quale creatrice di ricchezza nello sviluppo del territorio; Internazionalizzazione ed Innovazione; Porto e Sistema Logistico complessivo; Valorizzazione Competitività ed Identità del Territorio.

 

"Il miglioramento della capacità competitiva del nostro territorio deve diventare per tutti la priorità - ha spiegato  Tampieri - La competitività è una sfida per l'impresa, ma anche per i territori e le economie locali, perché è l'insieme dei fattori che garantiscono maggiori e migliori opportunità di sviluppo, rafforzano la produttività, attraggono investimenti e talenti. Puntare alla competitività vuol dire anche fare scelte scomode e difficili ma lungimiranti. Decidere di realizzare una nuova infrastruttura, una strada, una ferrovia o un rigassificatore è una scelta molto complessa, che bisogna fare sapendo che decisioni di questo tipo incidono sulle possibilità di sviluppo del territorio nel lungo periodo".

 

"In tutto questo, gli Enti locali hanno il vantaggio di essere vicini alle esigenze del territorio e di poter trasformare in tempi rapidi necessità ed aspettative in scelte e decisioni concrete. Possono anche semplificare la vita ai cittadini e alle imprese, con minori passaggi burocratici, procedure più trasparenti, efficienti ed efficaci per permessi e autorizzazioni. Lo sviluppo e la competitività del sistema si basano anche su una Pubblica Amministrazione più moderna, più semplice, meno invasiva e più attenta alle esigenze dei cittadini e delle imprese", ha concluso Tampieri.

 

A questo primo appuntamento con i candidati alla Presidenza della Provincia ne seguirà un secondo, lunedì prossimo alle 16 presso la sede lughese dell'Associazione, in Piazza Baracca.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -