Elezioni, Berlusconi ai suoi: sbagliati i candidati

Elezioni, Berlusconi ai suoi: sbagliati i candidati

Elezioni, Berlusconi ai suoi: sbagliati i candidati

MILANO - La scelta dei candidati è all'origine del deludente risultato al primo turno delle amministrative del centrodestra. E' quanto avrebbe spiegato il premier Silvio Berlusconi durante l'ufficio di presidenza del Pdl. Secondo quanto è riferito da alcuni dei presenti alla riunione, il presidente del Consiglio, svolgendo un'analisi del voto, avrebbe osservato che forse non sempre sarebbero state fatte scelte giuste. Il Pdl, ha garantito, resta il partito più forte in Europa.

 

Berlusconi avrebbe anche affrontato la questione della politicizzazione del voto amministrativo, forse caricato di un peso a volte eccessivo. Quindi ha ostentato una certa ostentato tranquillità per la tenuta del governo anche alla luce dell'ultimo voto di fiducia alla Camera, quello sul decreto Omnibus. E si è detto convinto che "ci aspettano due anni di lavoro fantastici, finalmente con questa nuova maggioranza possiamo fare le riforme".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -