Elezioni in Pakistan, Musharraf riconosce la bocciatura

Elezioni in Pakistan, Musharraf riconosce la bocciatura

ISLAMABAD - Il risultato ufficiale non è ancora arrivato, ma il partito del presidente pachistano Pervez Musharraf ha riconosciuto la sconfitta alle elezioni parlamentari che si sono svolte domenica. Il partito di Musharraf, secondo la tv di Stato del Paese, non avrebbe alcuna possibilità di conquistare la maggioranza. Musharraf ha ricevuto la delegazione della Commissione esteri del senato americano, oltre al presidente, Joseph Biden, John Kerry e Chuck Hagel.


Il Partito popolare pakistano (Ppp) dell'ex premier Benazir Bhutto, secondo uno spoglio parziale, avrebbe conquistato 86 seggi, seguito dal Pml-N di Nawaz Sharif, con 64. Solo 37 seggi per il partito di Musharraf.


A questo punto la posizione del presidente si fa particolarmente delicata, anche perché è alla guida del paese da otto anni. Lui ha comunque voluto chiarire che resta ferma la propria volontà di collaborare con i partiti che avessero vinto le elezioni.


Le elezioni si sono svolte in un comprensibile clima di tensione. In primo luogo perché arrivano dopo l’attentato in cui è stata uccisa Benazir Bhutto, la leader dell’opposizione in Pakistan; e poi perché nelle ultime 36 ore si sono verificati almeno 24 omicidi legati alla tornata elettorale.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -