Elezioni in Sicilia, Cdl piglia tutto

Elezioni in Sicilia, Cdl piglia tutto

PALERMO – Diego Cammarata, candidato della Casa delle Libertà, si conferma come sindaco di Palermo, battendo di oltre 8 punti percentuali il candidato del'Unione Leoluca Orlando. Il primo ha ottenuto il 60% delle preferenze, il secondo il 53. Gli avvocati di Orlando, però, in nottata hanno lavorato intensamente per presentare un esposto alla Procura contro i presunti brogli elettorali. Orlando certifica delle irregolarità, aggiungendo che in una sezione 200 schede sarebbero state votate con la stessa grafia e con una matita non in dotazione al seggio. ''E un po' patetico'' ha dichiarato Cammarata.

RAGUSA CONFERMA ANTOCI - Franco Antoci, con il 64% delle preferenze, si è riconfermato sindaco di Ragusa.

TRAPANI ALLA CDL – Il sindaco uscente, Mimmo Fazio (FI), ha battuto con il 64,7% il candidato dell'Unione, Mario Buscaino, di oltre 40 punti percentuali. Quest'ultimo ha lasciato la segreteria provinciale della Margherita in quanto non l'avrebbero assistito nella sua campagna elettorale.

SILVIO CUFFARO SINDACO DI RAFFADALI - Silvio Cuffaro, il fratello minore del presidente della Regione Sicilia, Salvatore, è da oggi il nuovo sindaco di Raffadali, il piccolo comune dell'agrigentino che ha dato i natali al Governatore. Silvio Marcello Maria Cuffaro, questo il suo nome per esteso, ha vinto con il 60,2% dei voti ottenendo 5.520 preferenze. Gian Franco Gueli, appoggiato da una lista di Rifondazione comunista, Ds, Udeur, Comunisti Italiani e una lista civica, si e' fermato invece al 39,8% pari a 3.649 preferenze.

A CEFALU' VINCE LA ''STRANA ALLENZA'' - A Cefalù, grosso comune del palermitano, alla fine vince la 'strana' alleanza tra i Ds e l'Udc, a cui si aggiunge anche lo Sdi e qualche lista civica. A passare il turno con il 50,41% delle preferenze e' stato il candidato Giuseppe Guercio, ex sindaco del comune, con 4.828 preferenze ottenute. Dietro Guercio e' arrivato l'esponente della Margherita, Salvatore Curcio, con 2.008 voti ottenuti pari al 20,97%.

LA LEGA NORD SI ''AGGIUDICA'' LAMPEDUSA - Sull'isola di Lampedusa, estremo lembo a Sud dell'Europa, sventolano da ieri sera le bandiere della Lega Nord. Il segretario locale del partito di Bossi, la 'pasionaria' Angela Maraventano, famosa per le sue battaglie contro l'immigrazione clandestina, e' stata eletta vicesindaco dell'isola. "Finalmente potro' fare le mie battaglie dall'interno del palazzo del Comune e non piu' fuori nel mio gazebo - dice ancora emozionata all'ADNKRONOS - Sono molto felice. Lavorero' per questa isola, come ho sempre fatto, con la differenza che avro' un ruolo istituzionale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A CORLEONE SI VA AL BALLOTTAGGIO - Sfida tutta interna al centrodestra, quella che si disputa a Corleone, il paese del palermitano che ha dato i natali al boss mafioso Bernardo Provenzano, dove si tornera' a votare tra due settimane. A contendersi la carica di sindaco saranno il primo cittadino uscente, Nicolo' Nicolosi, che si e' fermato al 33,2% con 2.546 voti e Antonino Iannazzo, che ha ottenuto il 36,4% con 2.794 voti. Nicolosi e' appoggiato da Mpa, Azzurri per le liberta' Nicolosi sindaco, Corleone capitale Nicolosi sindaco, per Corleone Nicolosi sindaco e Il Bene va fatto Bene, rinnova Corleone. Iannazzo e' invece appoggiato da An, Forza Italia, Dc, Con Casini per Corleone, Udc, Corleone governa Corleone e Partecipazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -