Elezioni, l'"ambizioso e realistico" programma del Pd

Elezioni, l'"ambizioso e realistico" programma del Pd

Un programma "ambizioso e realistico" “perché indica la copertura finanziaria e al tempo stesso è un testo di innovazione per imprimere l'accelerazione riformista che serve al Paese”. Walter Veltroni ha presentato il programma del Partito Democratico in vista delle elezioni politiche in programma il prossimo 13 e 14 aprile. Il segretario del Pd ha spiegato che si tratta di “un programma di sicurezza sociale e economica perchè non c'è equità sociale senza crescita”.

Veltroni ha lanciato un attacco all'idea di un paese diviso quale emerge dalla decisione del Pdl di stipulare alleanze al Nord, al Centro e al Sud da una parte con la Lega dall'altra con l'Mpa di Raffaele Lombardo. Il leader del Pd non li citati esplicitamente, ma ha affermato: "Noi presentiamo un programma per far ripartire il paese, senza più veti nè condizionamento, la nostra è l'idea di un paese unito. E da questo punto di vista mi lascia sorpreso di un'alleanza al Nord, con la Lega Nord, al Sud con la Lega Sud e al centro... con la Lega Centro".

"L'idea di dire agli italiani andiamo al voto e poi, a Camere sciolte, affermare che non si ha la certezza di quale maggioranza ci sarà, è un atto di scarsa responsabilità istituzionale" ha detto Veltroni nel corso della presentazione del programma elettorale nella Sala delle Colonne di via Poli. Il programma è forte di dieci “pilastri”, con priorità alla sicurezza.

Il Pd non recede dal presentare fra i punti del programma elettorale quello relativo a norme rigorose sul conflitto di interessi. Ma il segretario Veltroni ha fatto notare che è inserito in quella parte del programma relativo alla libertà d'impresa e alla concorrenza: "Le norme sul conflitto di interessi sono richiamate non a caso nella parte del programma relativa alla liberta' d'impresa e alla tutela della concorrenza. Non e' presentato in una forma punitiva, e' una misura a garanzia della libera concorrenza", ha affermato il leader del Pd.

LEGGE 194 - "La legge 194 – ha detto Veltroni - ha prodotto ciò che si voleva producesse. In 25 anni ha portato alla diminuzione del 42% del numero degli aborti. Il punto è che si deve rafforzare l'altra parte della legge, quella legata alla prevenzione. Noi lavoreremo perchè diminuisca sempre più il numero delle donne che devono ricorrere all'aborto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FINI – “L'enfasi che il candidato premier del Pd, Walter Veltroni, mette nell'enunciare il programma, serve a nascondere il fatto che esso e' opposto a quello del governo Prodi e a nascondere anche che il Pd, di fatto, e' al governo. E’ quanto ha dichiarato il leader di Alleanza nazionale, Gianfranco Fini, incontrando i cronisti al Caffè Concerto a Modena. ''Walter Veltroni quando presenta il suo programma – ha detto - cerca di nascondere che al governo c'e' il suo partito. E' la prima volta che – ha proseguito Fini- chi ha governato non difende l'operato del suo governo''. Questo spiega, dunque, ''perche' Veltroni enfatizza tutto quel che mette nel programma, perche' e' opposto a quello che e' stato fatto fin qui''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -