Elezioni, Napoli. In fiamme il comitato elettorale di Lettieri

Elezioni, Napoli. In fiamme il comitato elettorale di Lettieri

Elezioni, Napoli. In fiamme il comitato elettorale di Lettieri

ROMA - L'ultima giornata di campagna elettorale si chiude all'insegna della tensione. A Napoli è stato dato alle fiamme il piano terra del comitato del candidato sindaco di Napoli del Pdl Gianni Lettieri. Nell'incendio sono andati distrutti volantini e manifesti e ventisei gazebo da utilizzare in occasione del comizio di chiusura in Piazza del Plebiscito. Il portiere dello stabile è stato il primo ad intervenire, cercando di spegnere il rogo con l'estintore.

 

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e lo stesso Lettieri. Il candidato del Pdl ha poi attaccato il rivale alla corsa alla poltrona da primo cittadino, Luigi De Magistris, ritenendolo "moralmente responsabile degli episodi di violenza che dal 15 aprile in poi si sono susseguiti nei miei confronti e dei miei collaboratori. Siamo tornati agli anni di piombo". Immediata la replica dell'ex magistrato: "Respingo sempre e comunque ogni forma di violenza, anche se di natura strumentale".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il candidato dell'Italia dei Valori si augura che i magistrati facciano piena luce "su questo episodio, su paventati ritorni ad anni di piombo inesistenti e su aggressioni inventate, in modo tale da evitare che si possa inquinare una straordinaria campagna elettorale che sta portando a una svolta storica e alla mia vittoria in questa città".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -