Elezioni, Pannella inizia lo sciopero della fame contro il Pd

Elezioni, Pannella inizia lo sciopero della fame contro il Pd

Marco Pannella torna allo sciopero per la fame. Questa volta la causa non è la difesa di un diritto civile, ma una forma di protesta contro il mancato rispetto da parte del Partito democratico dell’accordo sulla presenza dei Radicali nelle liste del Pd.


"Il rispetto della parola è un fondamento della stessa legge. Vale la pena dare corpo alla sete di questa esigenza”, afferma Pannella, il quale smentisce la volontà di rompere l’accordo con Veltroni. “È un favore che non faremo – dice -. Di rotto ci sarà quello che loro vorranno tentare di rompere, non altro”.


“Noi abbiamo sufficiente rigore, onestà, come sanno tutti – aggiunge il leader radicale - e quindi con rigore faremo la battaglia che abbiamo sempre fatto per difendere l'onestà, per difendere la trasparenza e la povertà che abbiamo sempre praticato contro l'arroganza e le tentazioni di arroganza dei troppo ricchi e dei padroni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Noi poniamo un solo problema: hanno rifiutato noi mentre invece hanno accolto Di Pietro con amore – osserva Pannella -, hanno rifiutato personalmente molti di coloro che per la gente italiana rappresentano coloro che fanno parte del loro vissuto, del vissuto delle famiglie italiane, di tutti. Sappiamo che siamo iscritti non nel Dna ma nella storia di coloro che ci stanno ascoltando, che siano stati ideologicamente amici o nemici. Noi continuiamo”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -