Elezioni, Pizza (Dc): ''Non rinunceremo ai nostri diritti''

Elezioni, Pizza (Dc): ''Non rinunceremo ai nostri diritti''

La Dc non rinuncia al simbolo sulla scheda elettorale, ma, per “senso di responsabilità”, è pronta a metter da parte l’idea di un ricorso, evitando in questo modo lo slittamento delle elezioni in programma il prossimo 13 e 14 aprile. E’ quanto ha spiegato il segretario della Democrazia Cristiana, Giuseppe Pizza, dopo il suo intervento a “Radio 24”. “Le notizie apparse sulle agenzie e rilanciate dagli organi di stampa – ha detto - sono destituite di ogni fondamento”.

“Ho solo dichiarato – ha aggiunto Pizza - che la Democrazia Cristiana per senso di responsabilità e rispetto delle istituzioni dello Stato potrebbe decidere di rinunciare alla legittima richiesta di rinvio del voto facendo una campagna elettorale che, in soli dieci giorni, non può essere che di testimonianza. Abbiamo combattuto una battaglia per il ripristino della legalità e dello stato di diritto, per riportare lo Scudo Crociato sulle schede elettorali - conclude - e certamente avendola vinta non rinunceremo ai nostri diritti”.

In base alle dichiarazioni di Pizza, la Dc correrà alle elezioni senza chiederne il rinvio. Il simbolo della Dc, in coalizione al Senato con Pdl, Lega ed Mpa, non era stato ammesso dal Viminale alle elezioni perché simile a quello dell'Udc di Pierferdinando Casini. Ma la decisione del Consiglio di Stato di riammettere il partito aveva messo in dubbio lo svolgimento delle elezioni programmate per il 13 e 14 aprile. Il Viminale si è rivolto alla Suprema Corte affinché si risolva "una volta per tutte la questione della competenza a giudicare sul processo elettorale”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -