Elezioni, proposta di Fini: ''Castrazione chimica per i pedofili''

Elezioni, proposta di Fini: ''Castrazione chimica per i pedofili''

“La castrazione chimica non è una pena, ma una terapia". Lo ha detto Gianfranco Fini, leader di Alleanza nazionale, intervenendo alla trasmissione radiofonica “Radio Anch’io”. Il nuovo esponente del Pdl di Berlusconi ha sottolineato che "la pedofilia è una malattia e uno dei reati più turpi e infami", e dunque per Fini "non è sufficiente aumentare la pena, come dice Veltroni". Fini, riguardo alle elezioni del 13-14 aprile, ha aggiunto che “la sfida è tra Pd e Pdl”.


Fini attacca Casini – "Io credo che il riferimento al voto utile sarà ben presente nella testa degli elettori, che non voteranno per chi non ha alcuna possibilità di governare". Lo ha detto il presidente di Alleanza nazionale Gianfranco Fini a “Radio anch'io” rispondendo ad alcuni ascoltatori a proposito delle possibili difficoltà che potrebbero incontrarsi al Senato. “Penso – ha proseguito - che molti degli elettori dell’Udc voteranno per il Pdl”.

Bondi (FI): Di Pietro contraddice novità del Pd - "L'alleanza del Partito democratico di Veltroni-Prodi con il partito di Di Pietro e' in perfetta continuita' con la storia della sinistra italiana: una sinistra che dimostra di avere ancora in odio il moderatismo riformista, laico e cattolico, e di preferire il matrimonio con il becero e violento giustizialismo reazionario impersonato dall'uomo delle manette". Lo dice Sandro Bondi, coordinatore nazionale di Forza Italia. "Questa alleanza contraddice tutti i proclami di novita' del Partito democratico, ed e' purtroppo destinata a pesare negativamente sul futuro della vita politica italiana", conclude Bondi.


Storace (La Destra): Fini chiede voto utile alla casta - "Anche Fini reclama un voto utile, un voto a Berlusconi o a Veltroni. Insomma, un voto utile agli alleati di domani, un voto utile ai fatti loro, un voto utile alla casta". E' quanto dichiara il segretario nazionale de La Destra, Francesco Storace. "La Destra chiedera' un voto giusto. Per impedire che la sinistra governi anche dopo aver perso le elezioni, grazie alle profferte di Berlusconi e Fini", aggiunge Storace.


Mastella: non candido mia moglie - "Chi ha detto che voglio candidare mia moglie? Non la candido, se andiamo assieme agli altro no, lo ha dichiarato anche mia moglie". Lo ha detto Clemente Mastella a 'Panorama del giorno' di Maurizio Belpietro in onda su Canale 5. "Sono cattiverie che vengono messe sul mercato della politica per alimentare l'idea di un partito familista", ha aggiunto il leader dell'Udeur smentendo anche le candidature di altri parenti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -