Elezioni Regionali, vince l'astensionismo: -7%

Elezioni Regionali, vince l'astensionismo: -7%

Elezioni Regionali, vince l'astensionismo: -7%

ROMA - "L'affluenza alle urne nelle 9 regioni monitorate dal ministero si è attestata al 65%, il 7% in meno rispetto al 72% del 2005". Lo ha affermato il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, spiegando che "c'è stata una riduzione maggiore del voto regionale rispetto al voto comunale, segno che il Comune è ritenuto dai cittadini un luogo vicino e significativo". Il calo più significativo è stato nel Lazio, con un -10%. Calo minore in Basilicata, con un -4%.

 

"Tutte le forze politiche - ha detto ancora Maroni - si devono impegnare per far crescere l'affluenza in futuro". In Toscana l'affluenza finale è al 61,3% contro il 71,3% del 2005, mentre nelle Marche è al 62,83%. L'affluenza alle urne in Calabria è stata del 59,25%. I risultati definitivi sulla affluenza alle urne confermano un calo anche per la Liguria con una percentuale di votanti del 60,94% contro 69,64% delle elezioni regionali precedenti.

 

In Emilia Romagna si sono recati alle urne il 68,07%. Ecco i dati di alcune regioni: Lombardia, 65.74% (73.7% nel 2005); Veneto, 66.41% (72.43%); Umbria, 65.58% (74.3%); Campania, 62.93% (67.8%); Basilicata, 62.83% (66.2%).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -