Elezioni Usa, ultimo chilometro per Obama e McCain

Elezioni Usa, ultimo chilometro per Obama e McCain

Elezioni Usa, ultimo chilometro per Obama e McCain

Mentre Barack Obama continua a guidare i sondaggi, prosegue le campagna elettorale per le presidenziali negli Stati Uniti. Sara' per la conquista del West uno dei duelli decisivi tra Obama e John McCain. Nel penultimo week end prima dell'election day, i due candidati infatti hanno concentrato i loro sforzi sui tre stati che potrebbero essere cruciali per la vittoria: Nevada, Colorado e New Mexico, i nuovi swing states che potrebbero diventare tra 10 giorni l'ago della bilancia.

 

McCain: vincerò io.  "Sara' un testa a testa e credo che saro' io a vincere". John McCain resiste di fronte ai numeri che parlano di un'ascesa costante di Barack Obama nei sondaggi e afferma che la sua campagna "sta andando bene". "Continuamo ad essere competitivi in molto stati chiave" ha detto il senatore dell'Iowa intervistato oggi da "Meet the press".

 

Anche Clinton a fianco di Obama.  Alla fine Bill Clinton scende in campo al fianco di Barack Obama. L'ex presidente il prossimo mercoledi' partecipera', per la prima volta dall'inizio della campagna elettorale, ad un comizio in Florida del candidato democratico che ha sconfitto la moglie nell'accanita guerra delle primarie.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ex uomo di Bush: con McCain affonderanno tutti i repubblicani. "Ci sono molti modi di perdere le elezioni presidenziali, John McCain sta perdendo in un modo in cui l'intero partito repubblicano rischia di affondare con lui". E' questo l'allarme lanciato dalle colonne del Washington Post da David Frum -opinionista 'neo con' di punta ai tempi in cui scrisse il primo discorso sullo Stato dell'Unione di George Bush, coniando la formula 'asse del male' che secondo i maligni fu all'origine del suo allontamento dalla Casa Bianca nel 2002- in un cui fa uno spassionato bilancio del fallimento della campagna del candidato repubblicano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -