Elezioni, Veltroni: solo 6 punti ci dividono da Berlusconi

Elezioni, Veltroni: solo 6 punti ci dividono da Berlusconi

"Si dice che io darei dei sondaggi miei ma guardando le rilevazioni di tutti gli istituti di sondaggi i numeri sono sempre gli stessi". Cosi' Walter Veltroni risponde a 'Porta a porta' a Silvio Berlusconi che ieri lo ha accusato di lanciare sondaggi alterati. Durante la trasmissione di Bruno Vespa viene fatto vedere un sondaggio di Renato Mannheimer in cui vengono confermate le cifre date in questi giorni da Veltroni, una distanza tra i 6 e i 7 punti tra le due coalizioni.


Per coalizioni si intendono Pd piu' Italia dei Valori da una parte e Pdl piu' Lega dall'altra. Si ridurrebbe a 4 punti, invece, il divario tra il partito di Veltroni e quello di Berlusconi: "Siamo appena a quattro punti di distanza e questo e' un dato molto interessante contando la quota di indecisi ampia che c'e'", conclude Veltroni. Secondo Mannheimer il Pd e' al 34,5% e il Pdl al 37,5%.


LA POLEMICA DEI RADICALI – “Non intendo candidarmi in Piemonte perche' non sono un soprammobile che si può prendere e spostare dove vogliono. Non sono un oggetto che può essere usato o spostato". Parole dure dalla leader dei Radicali, Emma Bonino, che protesta per il mancato rispetto dell’accordo sui novi posti garantiti in parlamento per il suo movimento all’interno delle liste del Partito democratico. La Bonino dice di non essere “convinta che valga la pena di essere candidata da qualche parte". "Ieri sera era stata data scritta a mano la lista dei candidati radicali – ha aggiunto - ed emerge chiaramente che la proposta da loro fatta dei nove eletti non è mantenuta".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -