Elezioni, Veltroni: ''Possiamo vincere''. Berlusconi: ''Non votate i piccoli''

Elezioni, Veltroni: ''Possiamo vincere''. Berlusconi: ''Non votate i piccoli''

“Si può fare”. Walter Veltroni rilancia il suo slogan per incitare il popolo del Partito democratico a profondere il massimo impegno per cercare una vittoria alle elezioni del 13-14 aprile che i sondaggi danno come possibile. Intanto il leader del Popolo delle libertà, Silvio Berlusconi, torna a puntare sul ‘voto utile’ e attacca i “piccoli del centrodestra” che, secondo il Cavaliere, “non arriveranno in parlamento”. “Un voto a loro equivale ad un voto per Veltroni”.


Veltroni ci crede. “Vogliamo vincere le elezioni e credo di poter dire che cominciamo a pensare di poterle vincere – ha detto Veltroni da Montecatini -. E’ bello essere nella parte dell'inseguitore. E' bello essere quelli che partono senza il favore del pronostico. A poco più di un mese dalla fine della campagna elettorale mi sento tranquillo di dire che oggi si può vincere, si può vincere e si può vincere. Si può fare la più grande rimontra della storia politica italiana”.


Berlusconi all’attacco. Silvio Berlusconi sceglie invece la tecnica dell’attacco per arringare i suoi; e brandisce il tema dei rifiuti come elemento debole del nuovo Partito democratico. “Io credo che da molto tempo il Pd avrebbe dovuto invitare Bassolino a lasciare – ha detto il Cavaliere -. Sono un garantista convinto e non dico che sarebbe meglio per il governatore della Campania dare le dimissioni perché c'è stata questa ultima azione della magistratura ma credo che da molto tempo l'opportunità politica avrebbe dovuto convincere il Pd che ha in Bassolino una delle sue colonne a invitarlo a lasciare. Il che non significa alcun coinvolgimento, alcun legame con l'azione giudiziaria iniziata".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -