Emergency, Frattini: "Karzai acceleri". Procura apre indagine

Emergency, Frattini: "Karzai acceleri". Procura apre indagine

Emergency, Frattini: "Karzai acceleri". Procura apre indagine

 "Mentre stiamo parlando l'ambasciatore Claudio Glaentzer ha incontrato il ministro degli Esteri afgano Rasul a Kabul e gli ha preannunciato una mia lettera personale per il presidente Karzai che verra' recapitata dall'ambasciatore Attilio Iannucci, mio inviato speciale in Afghanistan". Lo ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini che, da Sarajevo, dove e' in visita ufficiale, e' tornato a parlare della vicenda che coinvolge i tre volontari dell'associazione umanitaria Emergency.

 

"Emergency testimone scomodo". "Dal momento in cui c'e' stata l'irruzione e i nostri operatori sono stati portati via, l'ospedale di Lashkar Gah e' non e' piu' sotto la responsabilita' di Emergency". Lo ha affermato all'ADNKRONOS Maso Notarianni, responsabile comunicazione di Emergency aggiungendo che "i sei operatori dell'organizzazione che fino a ieri sera non potevano lasciare Lashkar Gah ora sono a Kabul".

 

Procura di Roma apre un fascicolo. Un fascicolo di indagine e' stato aperto dalla Procura di Roma sul caso dei tre esponenti di Emergency fermati in Afghanistan. Il procuratore aggiunto Pietro Saviotti per il momento non ha ipotizzato alcun reato e nel fascicolo saranno inserite le diverse informative che ha gia' provveduto a richiedere, informative riguardanti il caso e la posizione dei tre a proposito del presunto coinvolgimento in un complotto svelato dai servizi segreti afghani e che avrebbe avuto come obiettivo l'eliminazione del governatore della provincia di Helmand.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -