Emergency torna a Lashkar-Gah. Strada: "La gente aveva bisogno"

Emergency torna a Lashkar-Gah. Strada: "La gente aveva bisogno"

Emergency torna a Lashkar-Gah. Strada: "La gente aveva bisogno"

Emergency torna a Lashkar-Gah, la cittadina in cui l'organizzazione di Gino Strada aveva subito l'accusa a tre volontari italiani di essere collaboratori dei talebani dopo il ritrovamentio di armi all'interno della struttura. La presenza di Emergency è organizzata da team composto da un chirurgo, due infermieri e un logista internazionale e da 140 afghani, impiegati in varie mansioni tra medici, ausiliari e tecnici amministrativi. Soddisfatto il fondatore Gino Strada.

 

Il leader dell'organizzazione aveva compiuto un sopralluogo e incontrato il governatore della regione di Helmand (l'area dell'Afghanistan in cui si trova Lashkar Gah) per verificare la possibilitá di riattivare il presidio medico-ospedaliero.

 

"Siamo arrivati con fatica a questo momento - ha detto Gino Strada secondo quanto riportato da Corriere.it -. Siamo riusciti a capire quale era l'umore della gente che aveva bisogno che l'ospedale riaprisse e che non voleva fosse tolto a loro per motivi forse politici".

 

"Abbiamo ricevute le scuse ufficiali da parte del governo afghano - aggiunge - e questo dimostra che evidentemente si è trattato di un episodio oscuro".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -