Federalismo, Bossi: ''La sinistra ci sta dando una mano''

Federalismo, Bossi: ''La sinistra ci sta dando una mano''

Federalismo, Bossi: ''La sinistra ci sta dando una mano''

ROMA - "Il federalismo va avanti piano piano. Però, mi pare che anche la sinistra ci stia dando una mano". Umberto Bossi non nasconde i timori del Carroccio per il futuro della riforma federalista. A chi gli ha chiesto un commento sul ritardo dei decreti attuativi il Senatur ha risposto: "Dovevamo finire ieri (lunedì, ndr), ma il problema non è un giorno in più o un giorno in meno". Il leader del Carroccio sa che è necessario il voto dell'opposizione.

 

"Credo ci sia la possibilità di un voto bipartisan sul primo dei decreti attuativi - ha affermato Bossi -. Piano, piano si va avanti nel lavoro". Che, a chi gli ha chiesto se ci sia la possibilità di una convergenza di parti dell'opposizione come Idv e Pd, ha replicando: "Per adesso vedo il sole". E comunque sull'ipotesi di un voto bipartisan replica:"Credo ci sia la possibilità".

"Il ministro delle Riforme Umberto Bossi non ha motivo di essere preoccupato per il federalismo", ha detto il capogruppo del Pdl al Senato Maurizio Gasparri, al temine della conferenza dei capigruppo del Senato. "Il federalismo reale - ha sostenuto Gasparri - avanza. Bossi non ha assolutamente motivo di preoccuparsi".

 

"Mercoledì è all'ordine del giorno della bicamerale per il federalismo il provvedimento sul federalismo demaniale, è un pezzo della riforma e credo che Bossi come ministro avrà motivo di soddisfazione", ha concluso.

 

"Non verrà meno la mia attenzione affinchè il federalismo sia equo e solidale", ha detto il presidente della Camera, Gianfranco Fini. "Un federalismo - ha aggiunto Fini - che deve essere consapevole dei ritardi del meridione. Il fondo perequativo dovrà servire ad un riequilibrio generale, altrimenti viene a mancare la coesione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -