Fidel Castro: sarò solo un consigliere, Obama a Rischio

Fidel Castro: sarò solo un consigliere, Obama a Rischio

Fidel Castro: sarò solo un consigliere, Obama a Rischio

Fidel Castro non sarà niente più che un consigliere speciale di chi poi deve governare. Lo garantisce lui stesso a pochi giorni dal suo ritorno in parlamento, sgombrando i dubbi di chi ipotizzava un suo tentativo di riprendere in mano le redini del potere (comunque in mano al fratello Raoul). "I compagni non sono persone che devo pilotare io, quello che voglio è che pensino con la propria testa", ha detto Castro, ribandendo che il suo sarà un ruolo di pura ‘consulenza' e non operativo.

 

 Castro ha però paventato anche un rischio molto gtrande non solo per gli Stati Uniti ma per tutta la comunità internazionale, e cioè che Barack Obama possa essere ucciso. Un'evenienza molto concreta, a cui secondo Castro starebbero lavorando in parecchi.

 

"Il fatto che non sia stato ucciso è una questione di fortuna - sostiene il ‘lider maximo' -. Potrebbero ucciderlo ma non credo che lo faranno adesso. Comunque lui si deve proteggere. Ma lui sa avere cura di sé".

 

Sulla recente scoperta di alcuni segreti dei servizi americani rivelati dal sito Wikileaks, Castro ha detto senza mezzi termini che "bisogna fare una statua", al sito che ha avuto il merito di essere riuscito a violare alcune protazioni e rivelare documenti e informazioni che si pensavano inaccessibili. 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mauro46
    mauro46

    Potrebbero uccidere Obama?! e perché mai? ci riesce così bene da solo!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -