''Fiducia a Lula'', Battisti sospende lo sciopero della fame

''Fiducia a Lula'', Battisti sospende lo sciopero della fame

''Fiducia a Lula'', Battisti sospende lo sciopero della fame

BRASILIA - L'ex terrorista Cesare Battisti ha messo fine lunedì sera allo sciopero della fame che portava avanti da dieci giorni per protestare contro "la tardiva e ingiusta rappresaglia del governo italiano". Lo ha confermato il senatore brasiliano Josè Nery, citando un comunicato dell'ex terrorista dei Pac per il quale l'Italia ha richiesto l'estradizione dal Brasile. Le condizioni di salute dell'ex terrorista, dopo dieci giorni di sciopero della fame, non desterebbero preoccupazione.

 

 "È un gesto di fiducia nei confronti del presidente Lula", ha affermato Eduardo Suplicy, il parlamentare brasiliano da sempre molto vicino all'ex militante dei Proletari armati per il comunismo. "L'ho visto meglio che nei giorni scorsi",  ha detto Suplicy, dopo l'incontro con Battisti a Papuda. L'ex terrorista rosso è in attesa di una decisione sulla sua estradizione all'Italia da parte del presidente brasiliano, dopo il via libera a questa misura deciso lo scorso mercoledì dal Supremo Tribunal Federal.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -