Fiducia, Berlusconi: ''Molti dei finiani ci ripenseranno''

Fiducia, Berlusconi: ''Molti dei finiani ci ripenseranno''

Fiducia, Berlusconi: ''Molti dei finiani ci ripenseranno''

ROMA   Il premier Silvio Berlusconi auspica in ripensamenti nei deputati di Futuro e Libertà in vista della fiducia al Parlamento in programma il 14 dicembre. "Le agenzie di rating ci chiedono stabilità - ha affermato il presidente del Consiglio -. Molti finiani avranno un sussulto di ragionevolezza". Il Cavaliere ha inoltre evidenziato che "chi voterà la sfiducia al governo non sarà mai più nel centrodestra". Quindi ha detto ‘pronta' la riforma della giustizia.

 

"Sarà portata al primo Consiglio dei ministri dopo il 14 dicembre", ha aggiunto. Dura la reazione del capogruppo alla Camera, Italo Bocchino, secondo il quale "il centrodestro non è un marchio Mediaset, ma un'area politica e culturale a cui si appartiene per storia, cultura e valori". Quanto al pronostico del presidente del Consiglio sul voto di fiducia, "Berlusconi già in passato ha sbagliato i conti", ha detto Bocchino, e l'idea dei finiani che si astengono è "pura propaganda".

 

"Berlusconi ostenta la stessa sicurezza - ha chiosato Bocchino - che gli costò cara quando affermò, dopo l'espulsione di Fini, che con il presidente della Camera ci sarebbero stati 'quattro gatti'. Non vorrei che anche questa volta il suo ottimismo gli giochi brutti scherzi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -