Filippine: 31 bambini in ostaggio per dire no alla corruzione

Filippine: 31 bambini in ostaggio per dire no alla corruzione

MANILA – Trentuno scolari sono tenuti in ostaggio all’interno di un scuolabus a Manila, capitale delle Filippine. Due uomini armati, infatti, hanno compiuto il folle gesto di tenere sotto sequestro bambini della scuola materna e due insegnanti per puntare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla corruzione che dilaga nel paese.


L’unico ad essere stato liberato è stato un bimbo al quale era venuta la febbre durante le tre ore di sequestro. A differenza di molti altre atti analoghi, dunque, questo raid sembra vere scopi lodevoli.


Ad esempio uno dei due sequestratori, armato di granata, un fucile mitragliatore Uzi e una pistola, ha detto che si arrenderà se gli sarà promesso che verrà garantita l'istruzione a 145 bambini in un centro nel quartiere di Tondo, dicono le televisioni. “C’è molta corruzione nel Paese. Siamo i numeri uno per la corruzione in Asia”, ha detto in diretta sui principali mass media locali durante un discorso di circa 15 minuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Chiedo ai filippini di fermare questo sistema politico marcio – è stata l’amara conclusione dell’uomo -. Non affidatevi ai politici per il vostro futuro. Nessuno può aiutarvi se non voi stessi”

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -