Filippine, Frattini assicura: ''gli ostaggi sono ancora vivi''

Filippine, Frattini assicura: ''gli ostaggi sono ancora vivi''

MANILA - Sono ancora vivi i tre operatori della Croce Rossa Internazionale rapiti nelle Filippine dai guerriglieri di Abu Sayyaf, tra cui l'italiano Eugenio Vanni. Lo assicura il ministro degli Esteri Frattini. "L'ultimatum e' scaduto -ricordato il ministro- ma esiste una rete costante di collegamento con i negoziatori della Croce Rossa internazionale, con cui e' bene non interferire".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Siamo in contatto con la famiglia del nostro connazionale rapito nonché con i ministri degli Esteri della Svizzera e delle Filippine, gli altri due Paesi coinvolti per la nazionalità dei sequestrati", ha proseguito il titolare della Farnesina, che ha ribadito "il forte appello dell'Italia ad evitare azioni di forza da parte delle autorità filippine". Quanto agli sviluppi della situazione, ha aggiunto Frattini, "applico a me stesso il silenzio stampa che noi abbiamo richiesto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -