Finanziaria, posta la fiducia. Prodi: ''Inevitabile''

Finanziaria, posta la fiducia. Prodi: ''Inevitabile''

ROMA – Come ampiamente previsto, il Governo porrà la questione di fiducia sulla Finanziaria e in particolare sul maxiemendamento depositato nella notte. Si riunirà quindi la conferenza dei capigruppo, per stabilire i tempi del dibattito e l'ora di votazione della fiducia, che potrà iniziare dopo 24 ore dal momento in cui il governo la chiederà in aula.


PRODI, LA FIDUCIA ERA ORMAI INEVITABILE

La fiducia ormai era inevitabile. Cosi', a quanto si apprende, il presidente del Consiglio Romano Prodi avrebbe motivato la decisione del governo di autorizzare il voto di fiducia sulla finanziaria alla Camera. Si tratta di un passaggio indispensabile, sarebbe stato il ragionamento del Professore, imposto dalla valutazione dei tempi e al fine di scongiurare l'esercizio provvisorio.

CASINI, INFANTILISMO POLITICO INVEIRE CONTRO SENATORI A VITA

Per il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, la contestazione avvenuta ieri a palazzo Madama da parte di settori dell'opposizione nei confronti dei senatori a vita in occasione del voto sul decreto fiscale, e' un segno di ''infantilismo politico''.


CASINI, FIDUCIA E' COME DROGA PER TENERE IN VITA GOVERNO

Il ricorso alla fiducia sulla Finanziaria ''e' come una droga per tenere in vita il governo. Solo in apparenza si rinviano i problemi, in realta' non li si risolve. Anzi, quasi sempre li peggiora''. Se ne e' detto convinto il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, commentando, a margine dell'inaugurazione della sede del Centro globale per le tecnologie dell'informazione e della comunicazione in Parlamento, l'annunciata fiducia posta dall'esecutivo sul maxiemendamento alla Finanziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

EPIFANI, IMAGINAVO PERCORSO MENO COMPLESSO
''Immaginavo un percorso piu' semplice, meno complesso, con questa dimensione e queste modalita''. Ad affermarlo, a margine della manifestazione in occasione dello sciopero generale dell'Universita' e della Ricerca, e' il leader della Cgil Guglielmo Epifani commentando l'iter della legge Finanziaria. Sui temi della ricerca e dell'universita', ''c'e' disincanto'' ma ''penso che si siano ancora spazi e tempi''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -