Fine della tregua, sulla Striscia di Gaza si torna a combattere

Fine della tregua, sulla Striscia di Gaza si torna a combattere

GERUSALEMME - Israele torna a chiudere la Striscia di Gaza. L'esercito israeliano ha comunicato la morte di un soldato e il ferimento di altri tre nell'esplosione di una bomba nei pressi del varco di Kissufim, al confine con la Striscia di Gaza. L'attacco di martedì mattina rappresenta la prima violazione del cessate il fuoco da quando è entrato in vigore il 18 gennaio scorso.  In seguito si è verificata una sparatoria nella quale ha perso la vita un agricoltore palestinese di 24 anni che si è trovato in mezzo al fuoco incrociato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poche ore dopo l'attacco con un missile anti carro contro le postazioni israeliane al valico di Kissufim, gli aerei di Tsahal hanno bombardato il campo profughi di Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza. Secondo quanto si legge sul sito del quotidiano Haaretz, due persone sono rimaste gravemente ferite. Altre fonti, denunciano invece la morte del militante di Hamas obiettivo dell'attacco.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -