Fini al contrattacco: querelati "Libero" e "Il Giornale"

Fini al contrattacco: querelati "Libero" e "Il Giornale"

Fini al contrattacco: querelati "Libero" e "Il Giornale"

Il presidente della Camera Gianfranco Fini ha deciso di sporgere querela contro "Libero" e "Il Giornale" per le accuse mosse nei suoi confronti da parte dei due giornali vicini alla famiglia Berlusconi. Il direttore di Libero, Maurizio Belpietro, in un editoriale aveva persino paventato l'ipotesi di un attentato contro il presidente della Camera nel tentativo di screditare l'immagine del presidente del consiglio. Inoltre si faceva cenno ad una escort che affermava di aver avuto rapporti con il presidente Fini.

 

Immediata la difesa da parte di Adolfo urso, coordinatore di Futuro e Libertà. "La campagna di annientamento politico che i giornali vicino al premier hanno nuovamente scatenato contro Gianfranco Fini - assicura l'ex componente del Governo Berlusconi - non fermerà Futuro e Libertà che anzi realizzerà il proprio Congresso a Milano chiamando a raccolta chi nel centrodestra e nel paese non intende chinare la testa".

 

Anche l'Udc, attraverso il presidente dei suoi senatori, Gianpiero D'Alia, difende Fini. "Dopo il fango di questa estate verso il presidente della Camera dobbiamo impedire che si vada verso una nuova stagione di veleni - afferma -. Tutte le forze politiche sono chiamate a un supplemento di responsabilità, senza speculare in alcun modo su vicende oscure, trame e sospetti che rincorrono voci del tutto incontrollate

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -