Fini contro Berlusconi: ''Fenomeno in via di superamento''

Fini contro Berlusconi: ''Fenomeno in via di superamento''

Fini contro Berlusconi: ''Fenomeno in via di superamento''

ROMA - Silvio Berlusconi è "un fenomeno in via di superamento, perché il biglietto da visita con cui si è presentato in politica, quello del miracolo italiano, si è infranto contro la realtà". E' l'attacco portato dal leader di Futuro e Libertà, Gianfranco Fini, al presidente del Consiglio. Negli ultimi dieci anni a Palazzo Chigi - ha sottolineato - ci è stato lui per otto anni, non può sempre dire che è colpa degli altri: credo che questo gli italiani l'abbiano capito".

 

Per Fini, Berlusconi non sarà mai presidente della Repubblica "perchè non controllerà la maggioranza del prossimo Parlamento". Quanto ad una possibile analogia tra Berlusconi e Benito Mussolini, Fini ha spiegato: "Berlusconi semmai vuole piegare le leggi al suo personale tornaconto. Mussolini appartiene a un'altra storia, a un'altra epoca. Una dittatura che con le leggi razziali ha dato vita a una vergogna senza fine". Per il numero uno di Montecitorio, "Berlusconi non è un aspirante dittatore e non vuole creare un regime: lui vorrebbe governare, forte del consenso, senza alcuna regola".

 

"E' un modo di governare poco rispettoso della nostra Costituzione - ha proseguito -. E' allergico ad ogni contrappeso. Non conosce cosa significa dibattito e voto all'interno di un partito. Ha uno spasmodico bisogno di essere amato, e quando non riesce a riempire con i fatti il suo consenso finisce con l'aver bisogno di avere un nemico" come  "l'alleato infedele, il comunismo, i complotti internazionali, il giornalismo di regime". 

 

Fini ha negato l'esistenza di rancore nei riguardi del Cavaliere.  "Non c'è astio tra me e Berlusconi - ha detto - Io non sopporto le colossali bugie come quando lui dice 'Fini se ne è andato'. E l'altra colossale panzana di un patto tra me e i magistrati".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -