Fini torna alla carica: ''Berlusconi si dimetta''

Fini torna alla carica: ''Berlusconi si dimetta''

Fini torna alla carica: ''Berlusconi si dimetta''

ROMA - Gianfranco Fini torna ad invocare le dimissioni di Silvio Berlusconi, ribadendo la dura presa di posizione di Bastia Umbra. Secondo il presidente della Camera non ha senso la posizione "fiducia o elezioni", in quanto sullo scioglimento delle Camere decide il Quirinale e non il Presidente del consiglio. Il leader di Futuro e Libertà ha rilanciato l'ipotesi di governo tecnico, evidenziando che "con questa legge elettorale non si andrà a votare, ne sono sicuro".

Due le ipotesi: o un altro governo di centrodestra allargato a Fli e all'Udc, con un nuovo programma oppure una soluzione "ponte". Insomma, un governo per fare la legge elettorale. Fini, parlando durante l'incontro con 'I magnifici cento' organizzato dal deputato di Fli, Giuseppe Consolo, ha invitato Berlusconi ad un "atteggiamento più consono al ruolo che ricopre". "Vincere le elezioni non significa comandare ma governare insieme a tutte le istituzioni", ha ricordato Fini, e quindi anche all'opposizione.


Quindi ha inviato l'ex alleato a non demonizzare gli esponenti di Fli: "Dobbiamo smetterla di pensare in maniera contrapposta: non ci sono traditori di qua, come non ci sono camerieri di là. Basta accusare di tradimento, come basta accusare chi sta sempre muto di là".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -