Folla oceanica a Berlino per Obama

Folla oceanica a Berlino per Obama

Folla oceanica a Berlino per Obama

BERLINO - Duecentomila persone, probabilmente anche qualcosa di più. E' stato un indubbio successo, almeno dal punto di vista mediatico, il discorso pronunciato dal senatore Barack Obama, candidato democratico alla presidenza degli Stati Uniti. La scelta di Berlino non è casuale: il senatore afroamericano ha scelto questo luogo come simbolo della forza dell'alleanza tra Europa e Stati Uniti, capaci insieme di uscire dalle macerie della Seconda Guerra mondiale.

 

Sfruttando le sue enormi capacità oratorie e carismatiche, Obama ha usato frasi di grande effetto. "Non vi parlo da candidato alla Casa Bianca, ma da americano, da cittadino del mondo - ha chiarito -. Non assomiglio agli americani che hanno parlato qui prima di me, la mia storia personale è diversa, una storia americana. Il padre di mio padre era un servo degli inglesi, era un cuoco".

 

Il candidato alla Casa Bianca ha spiegato che "Berlino e' il simbolo della liberta' per me, il simbolo di una determinazione alla quale i popoli del mondo devono guardare con ammirazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -