Forlì, ballottaggio. Apparentamento fatto tra Pri e Rondoni

Forlì, ballottaggio. Apparentamento fatto tra Pri e Rondoni

Stretta di mano tra Lauro Biondi e Alessandro Rondoni

FORLI' - Sulla scheda elettorale del prossimo ballottaggio ci sarà anche il simbolo dell'edera tra quelli della coalizione che sostengono Alessandro Rondoni, il candidato sindaco del centro-destra: lo ha deciso il Pri. L'annuncio ufficiale è arrivato sabato mattina. "Con Lauro Biondi mi sono sentito subito, questo apparentamento è una prova di laicità del candidato Rondoni", spiega Rondoni stesso.

 

> GALLERIA FOTOGRAFICA

 

L'alleanza, continua Rondoni, non arriva come cartello elettorale, ma anche "sul contenuto, su programmi comuni, come centro storico, infrastrutture, Regione Romagna e sicurezza". Per Biondi, da parte sua, "questo apparentamento stava nelle cose, non è una scelta di risulta o di comodo, ma convinta". L'esponente del Pri riconosce la lealtà dei partiti di centro-destra: "Avrebbero potuto fare a meno di questo apparentamento, i nostri elettori avrebbero comunque votato Rondoni".

 

Continua Biondi: "In questa campagna elettorale abbiamo preso atto che con queste persone il cambiamento è possibile: con Rondoni ci sono ampie condivisioni, su altre cose invece sarà necessario approfondire e discutere, ma chi è convinto del cambiamento non può che ragionare sull'uso delle risorse e rifiutare gli sprechi che esistono diffusamente in quest'amministrazione e su questo siamo concordi". Biondi, quindi, invita a lasciare da parte le polemiche ideologiche: "L'unica cosa che non accettiamo è prendere lezioni da chi ha veramente svenduto l'ideale repubblicano".

 

Gli esponenti del Pri, infine, precisano di non essere alla ricerca di posti di potere. "Se l'idea è un esecutivo stretto per dare una linea di rigore, non è nostra volontà stravolgere questa linea, ci interessa essere presenti nel momento della definizione delle grandi linee programmatiche e non in giunta", dice Biondi, che conclude: "Invitiamo i repubblicani ad impegnarsi il 21 e 22 giugno per un'aria nuova e di libertà a Forlì".

 

Anche Antonio Nervegna, coordinatore del PdL esprime "massima soddisfazione per un risultato che è quasi fisiologico e naturale: l'apparentamento era prevedibile, visto che c'era una forte condivisione del programma". "Non si è parlato di assessorati - conclude Nervegna -, ma di programmi. "Se vinceremo - è la tesi dell'esponente azzurro - per quanto mi riguarda il Pri avrà comunque una sua visibilità". Per Nervegna, quindi, è necessaria una grande mobilitazione al voto: "E' opportuno che gli elettori vadano a votare ora che è possibile un cambiamento, piuttosto che lamentarsi dopo".


Commenti (19)

  • Avatar anonimo di Anonimo Romagnolo
    Anonimo Romagnolo

    @ Gianluca C. Come al solito, accecato dall'ideologia, lei non legge prima di scrivere. Se parliamo di fatti, vogliamo i fatti, non i cugini dei parenti dei conoscenti che una volta han visto uno che lo faceva. Se, poi, qualche istituto scolastico ha deciso, nellautonomia dei dirigenti e docenti, di sensibilizzare verso l'uno o l'altro candidato.... Mi lasci solo dire che effettivamente il sig, Balzani ha promesso alle scuole libere di iniziativa privata, di non togliere loro nulla (facile, visto che ha già tolto tutto la Masini, non c'è nulla da togliere nemmeno volendo), mentre ha proposto di potenziare l'intesa pubblico-privato nella sanità. Forse dovremmo regalare qualche partecipazione azionaria di qualche scuola a questo candido esponente delle lobby sanitarie, perchè si sensibilizzi anche al problema della libertà di educazione.

  • Avatar anonimo di Gianluca C.
    Gianluca C.

    E poi non raccontiamocela, magari a sinistra c'è puzza di stantio, ma Lauro Biondi è il nuovo che "avanza". E mentre il PRI defluisce nel calderone clerico/fascio/liberale/repubblican-xenofobo nella fabbrica in cui lavoro l'UGL sparisce nella UIL. Vasi comunicanti. Viva l'autonomia, partitica e sindacale! Spero che la visibilità che indica nervegna sia un bel resort alpino in cui il pluripartitico Biondi possa trovare requie alle proprie sempiterne migrazioni ideologiche.

  • Avatar anonimo di midnight cowboy
    midnight cowboy

    AUTONOMIA IN SALSA FORLIVESE. Potrebbe essere il titolo di questo apparentamento tra PRI e Rondoni. Infatti gli amici forlivesi, dopo essere stati i primi in romagna a partecipare a giunte social-comuniste, diventarono i massimi teorici dell'Autonomia del PRI, a partire dal congresso regionale del 2000. I più maliziosi vedevano in quell'autonismo ad orologeria (scoperto mentre il PRI nazioale preparava l'approdo nella casa di Papi) il disegno di aprire un varco, funzionale al disegno di Giorgio La Malfa per la disatrosa scelta di Bari, indebolendo l'opposizione romagnola. Oggi, dopo varie peripezie, che vedono anche pesanti colpe dei DS prma e del PD poi, finalmente si chiude il cerchio. Non ancora soddisfatti di aver distrutto il PRI, negandogli per la prima volta rappresentanze consiliari, oggi ne distruggono anche l'immagine di coerenza. Non dico che bisognava schierarsi con Balzani (cosa peraltro che io avrei tentato da subito, cogliendo l'opportunità di sanare gli irresponsabili sgarbi della Masini), ma quantomeno avere la coerenza e il buon senso di lasciare liberi gli elettori. Iinvece, come spesso accade quando si è oltre "alla frutta" ha prevalso l'"ormone" sul "neurone". Un'ultima considerazione: che ci faceva il signor Widmer Valbonesi tra i chierichetti a latere del celebrante don Rondoni? Valbonesi infatti è a tutt'oggi il segretario regionale del PRI, frutto di un accordo con le federazioni emiliano-romagnole in una mozione di centro-sinistra. Ma forse, visto il tempo immemore trascorso dall'ultimo congresso regionale (2002), se n'è dimenticato. Sarà per quello che dimentica anche di convocare il Congresso? Beh è ora di ricordarglielo, insieme al fatto che, prorio mentre sia PRI sia MRE pongono sul tappeto il tema della riunificazione, mettendo al centro del dibattito interno proprio quell' Autonomia tanto cara ai forlivesi, benedire accordi con la destra in una realtà importante come Forlì, significa gettare un masso pesantissimo su questo cammino!

  • Avatar anonimo di Gianluca C.
    Gianluca C.

    @Anonimo Romagnolo la liberazione di due colombine (ignare e passive sostenitrici di ben altro passeriforme) con le scrtitte "vota Rondoni" ad una festa d'asilo, con conseguente ritiro della prole di miei conoscenti dall'istituto è un fatto, che come lei spero isolato.

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    Credo che la chiara identità di Rondoni , sapere chi è e non nascondersi lo abbia aiutato in un dialogo sincero e "laico" con tutti gli interlocutori di queste elezioni Tutti sanno chi è e cosa pensa ma questo non gli impedisce di incontrare e dialogare con tutti Ma Balzani chi è? E' un vecchio iscritto al PCI ? ha fatto tutta la carriera dei veri Comunisti romagnoli mangiapreti che avevano un ideale ? Perchè alla sua giovane età esiste un corso di laurea universitario attorno a lui ? (come una famosa banca?) Sappiamo tutti benissimo che in Università nella maggioranza dei casi le carriere non avvengono (purtroppo) per meriti accademici ma per amicizie la cui natura ed identità non è sempre alla luce del sole. Come conciliare la supposta novità di cui Balzani sarebbe portatore con l'appello dei notabili che hanno gestito il potere negli ultimi decenni ? Ed inoltre perchè quelli di sinistra continuano a offendere con argomenti assurdi quelli che non la pensano come loro ?

  • Avatar anonimo di Anonimo Romagnolo
    Anonimo Romagnolo

    Al signor Thomas: si informi prima di parlare a sproposito: - Alessandro Rondoni non è leader di CL, il "leader", se così lo vogliamo chiamare, è don Julian Carron, che poco c'entra con Forlì. Inoltre, nemmeno nella nostra ridente cittadina, Rondoni è leader (ripeto, leader non è nemmeno una parola corretta per un movimento ecclesiastico riconosciuto), ma solamente un appartenente, così come potrebbe essere uno scout (che è stato) o un laico impegnato in altri movimenti. - Se è convinto di una reale propaganda esercitata nelle chiese o nelle scuole, la prego, porti delle prove, citi dei fatti concreti, e la aiuterò a trovare un magistrato che indaghi su questa turbativa elettorale. Ma se, come è, lei parla solo per dare aria alla bocca, faccia attenzione al fatto che potrebbe essere un magistrato ad interessarsi alla sua diffamazione. - non credo che lei possa giudicare la compatibilità tra una vita cristiana e gli apparentamenti politici, questo lo lasci fare al Magistero della Chiesa. Se, come ha già dichiarato altrove, non è cristiano, nè le interessa esserlo, lasci in pace i cristiani, che faranno i loro conti con Dio, con la propria coscienza, e con il Magistero. - Mi permetta di dire che la nostra Repubblica, grazie a Dio, nasce anche dal coraggioso apporto della Democrazia Cristiana, che ci ha evitato 50 anni di elezioni libere a modello sovietico: tutti liberi di votare l'unico partito presente. Detto tutto ciò, siamo tutti molto contenti che il voto sia lo strumento principe della democrazia, e auguro il meglio ad entrambi i candidati, a chi sarà sindaco e chi rappresenterà l'opposizione, nella coscienza, da parte di entrambi, che solo una collaborazione può portare il bene di una città divisa in due come Forlì. In bocca al lupo, e che vinca il migliore!

  • Avatar anonimo di Michele5555
    Michele5555

    Questo ballottaggio si segnala sempre più come il ballottaggio dell'incoerenza Gli unici con una posizione seria sono stati Minutillo e Valenti che coerentemente con la loro posizione politica hanno invitato il primo a votare Rondoni e il secondo Balzani Per il resto abbiamo i Repubblicani pro cielle, i comunisti del pcl che preferiscono non votare che votare a sinistra, le 2 liste civiche di destra delle donne e di libertà e futuro che non hanno invitato a votare Rondoni e , dulcis in fundo, gli ecologisti che hanno flirtato a lungo coi costruttori di centrali nucleari Senza scordare l'udc che praticamente è al punto che in corso Garibaldi sta a destra, in corso Diaz è da solo al centro e in corso della Repubblica è a sinistra Complimenti vivissimi per l'incoerenza !

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    Con tutti il rispetto per chi venera Saffi e Mazzini mi sembra che in questi anni il Partito repubblicano si stia dissolvendo da solo: un poco alla volta moriranno tutti comunisti usando come alibi il supposto "clericalismo" del centro destra" : che tristezza per questa grande tradizione politica e culturale romagnola . Non dimenticatevi che il segretario del PD a cui state per consegnare i vostri voti è il catto-comunista Franceschini .. .. ma tanto tra pochi mesi sarà sostituito dall'uomo delle coop .. che tristezza l'ideale comunista che finisce negli affari .,. Credo che la paura di perdere poltrone e poltroncine di potere a Forlì motiva la forza della disperazione e gli insulti di diversi interventi sul sito Ma di quali ideali è portatore Balzani ? sa giocare bene a maraffone... come ho letto in un volantino. Se vince Balzani quale cambiamento a Forlì? Un rafforzamento del blocco degli interessi comune-unversità-circoli . Mi sembra tutta una gran presa in giro .... Onestamente non credo proprio che il 40 % dei voti preso da Rondoni sia tutto di cattolici praticanti .. altrimenti neanche tutte le Chiese di Forlì riuscrebbero a contenere tale massa di persone se la Domenica fosse celebrata un unica celebrazione liturgica.. Del resto qui si dimostra l'indipendenza del candidato Rondoni: riuscire a riunire (senza aver nessun potere di pressione o ricatto politico) tanti partiti e movimenti diversi in un avventura molto rischiosa anche a livello personale : ogni tanto mi viene in mente Don Chisciotte Quindi per favore un po di rispetto per gli elettori che esprimono liberamente il loro voto ed a Forlì vedono la possibilità entusiasmante di poter cambiare le cose dopo decenni di potere comunista

  • Avatar anonimo di Gianluca C.
    Gianluca C.

    @Ale83 finchè in Italia c'è libertà di opinione credo che ognuno possa esprimersi liberamente. CL non è partito, e di questo ringrazio Dio.

  • Avatar anonimo di ale83
    ale83

    Thomas Casadei innanzitutto ti segnalo: la propaganda per il tuo candidato LA FAI FUORI DA QUI! E POI COME TI PERMETTI DI CITARE CL, E' UN PARTITO? COSA TI INTERESSA A TE DI QUELLO CHE FA UN MOVIMENTO CATTOLICO? SE NON NE FAI PARTE NON NE PARLARE PERCHE' NON SAI NIENTE. SOLO INSULTI PER NASCONDERE IL BEL GRUPPO DI BALZANI DAI COMUNISTI PASSANDO DAI VERDI AI DEMOCRATICI...VOGLIAMO PARLARNE?

  • Avatar anonimo di Gianluca C.
    Gianluca C.

    Il centro destra unito? Ma se l'udc a Rimini sta col centro sinistra? Ero indeciso se tornare al ballottaggio o no, ma visto l'accozzaglia che si stringe sullo stretto "carroccio" dello pseudo vincitore, ci vado e voto Balzani.

  • Avatar anonimo di Gianluca C.
    Gianluca C.

    E Biondi è mobile qual piuma al vento... Il Catto- Reppubblicano mi mancava. Sono curioso di vederlo davanti al consultorio a distribuire volantini anti-abortisti per far piacere a papà rondoni.

  • Avatar anonimo di engine
    engine

    Che delusione! E poi ci stupiamo se stiamo sparendo... Sono d'accordo con Sandro. E, per dirla alla Moretti: "continuiamo così, facciamoci del male..." Meno male che questa volta ho seguito la testa e non il cuore e NON ho votato edera.

  • Avatar anonimo di Sandro
    Sandro

    Molto meglio morire LIBERI E DEMOCRATICI che fascisti-squadristi e fascisti. Sono certo che i valori Repubblicani si rispecchiano negli IDEALI-DI LAICITA'-E DI LIBERTA' E DI ONESTA'. Tutto questo non l'ho vedo nello schieramento partitico del centro-destra a Forlì. I Repubblicani hanno sani principi e ideali storici .L persone che condividono questi ideali si son battuti perché in Italia ci fosse la Democrazia-La Costituzione Repubblicana e i valori fondati del rispetto e della Dignità Umana. I Valori Repubblicani devono essere salvaguardati e difesi. No ha una città papalina e repressiva. Il pensiero dei padri fondatori del Partito Repubblicano devono essere difesi sopra tutti i tatticismi politici e partitici con le p minuscole. Rondoni e compagine non di certo portano avanti la salvaguardia di questi valori. Meditate...

  • Avatar anonimo di Davide1
    Davide1

    Franco9 ha ragione. Come possono i laici preferire il CL Rondoni al Laico Balzani? Biondi i tuoi elettori sono molto più coerenti di te. Quanto a Castagnoli non sono proprio sicuro che abbia votato Balzani. E neanche l'ex senatore Pinza ha votato Balzani. A questo si aggiungere il dott. Rusticali Franco che ha dichiarato di aver appoggiato la nuora candidata nella Lega Nord che in caso di vittoria di Rondoni sarà il futuro Vice Sindaco. Sveglia cittadini se tanti si schierano da una parte nonostante gli ideali è solo per interessi personali. Quando Balzani disse di voler rompere le filiere del potere presenti a Forlì si riferiva proprio a questi signori. Oggi il vero cambiamento è Balzani.

  • Avatar anonimo di maximilian
    maximilian

    ..quando la parola "politica" che dovrebbe contenere ideali, migliorare la società e la vita del maggior numero di persone è fatta da protagonisti a livello locale come il Sig Biondi e a livello nazionale dal seppur vincente" grande attore di film porno mancato mi vien da piangere"...non tiriamo in ballo personaggi del genere quando parliamo di grandi storie ed ideologie seppur contrapposte....

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Incredibile, quando fa comodo i cattolici votano tutti per il PD (del resto il segretario Castagnoli è della Margherita), quando si devono prendere i voti dei repubblicani la Chiesa e i preti sono tutti con Rondoni! Non so cosa pensano i repubblicani, non essendolo mai stato, ma se è come dice franco9 allora potete togliere l'edera e confluire tutti nel PD e unire i vostri circoli... Chi l'avrebbe detto, i repubblicani moriranno comunisti!

  • Avatar anonimo di franco9
    franco9

    V E R G O G N A!!!!!!! Chi ha votato repubblicano per tradizione, affetto, cultura, storia valori risorgimentali voterà balzani. I veri repubblicani come me che al primo turno hanno votato per il simbolo, al ballottaggio voteranno uno storico repubblicano e non un opportunista dell'ultima ora. Sono inorridito e mi vergogno per i tanti storici repubblicani, che nellla tomba vivranno uno dei momenti più tristi dei loro ideali, aver venduto la dignità per uno sgabello, o meglio un inghinocchiatoio . I settari giovani di C.L. oltre al saluto romano, in segno di vittoria, la sera dell'ottenimento del ballottaggio hanno dichiarato che toglieranno la statua di Saffi dalla piazza per mettere altra statua religiosa.. REPUBBLICANI, andate a votare e votate BALZANI. se proprio non vi va andate in visita alla tomba di Ugo La Malfa per vivere un giorno di storia e non di vergogna votando Rondoni.

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Ma per favore, portaborse rosso dei miei stivali.. Guarda a livello nazionale come il centrodestra è unito piuttosto.. non pensare agli altri e guarda in casa tua.. Avete lotte e vi odiate fra voi persino entro lo stesso partito, litigando come bambini per le poltrone. Siete molto uniti, quello sì, nell'occupare i posti di potere, nel farvi gestire come marionette dai compagni in provincia e in regione. Continuate così, siete sulla buona strada per perdere clamorosamente. Dopo aver visto in tutto il paese e in Europa il triste destino delle sinistre, e il vento in poppa al centrodestra da Venezia a Firenze, da NApoli a Torino, chi vi dice che i vostri elettori correranno ad appoggiarvi? Se anche vincerete, con il 51% magari, voglio vedere poi come andrete d'amore e d'accordo, mentre la nostra città scivolerà sempre più in basso.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -