Forlì, ballottaggio. Biondi (Pri): "Gli elettori sapranno distinguere l'originale dal contraffatto"

Forlì, ballottaggio. Biondi (Pri): "Gli elettori sapranno distinguere l'originale dal contraffatto"

FORLI' - "Balzani dimostra da subito la sua incompetenza e superficialità in merito alle dichiarazioni dell'apparentamento del PRI con Alessandro Rondoni affermando cose che evidentemente o non conosce oppure preferisce omettere mentendo sull'eventuale presenza dei Repubblicani nel futuro consiglio comunale". E' Lauro Biondi, candidato sindaco per il Pri al primo turno e poi apparentatosi al candidato del centrodestra, Alessandro Rondoni, per il ballottaggio.

 

"In merito alle sue esternazioni sul "partito glorioso come quello repubblicano" valgono le considerazioni già espresse per altri ex repubblicani - ricorda Biondi - che ancora una volta dopo aver voltato le spalle alle loro origini, ritornano a parlare con tracotanza e spudoratezza imputando ad altri le loro colpe e meschinerie".

 

"Comunque gli elettori del Partito Repubblicano sapranno riconoscere e premiare quanti si sono battuti in questa campagna elettorale per i veri ideali del Mazzinianesimo - prosegue Biondi -. Una battaglia di libertà quindi, per ridare a Forlì fiato e speranza per il futuro, questo il significato del nostro apparentamento con Alessandro Rondoni, certo un cattolico, ma di quelli veri, cosicché la gente lo potrà preferire alle finzioni del repubblicanesimo svenduto alla cultura marxista".

 

"Per quanto riguarda l'appello dei 180, compreso qualche dirigente della Uil, non ho parole - commenta Biondi -, ciò che sta avvenendo nel mondo del lavoro, l'atteggiamento assunto da questi pochi dirigenti sindacali mi fa capire come sia necessario in futuro riflettere su ciò che eravamo, ciò che siamo e per qualcuno ciò che vorrebbero farci diventare".

 

"Mi conforta invece un dato che abbiamo già spiegato nei giorni scorsi - ricorda Biondi - relativo alla certezza che i lavoratori e i pensionati della Uil sapranno, come tutti i cittadini di Forlì, distinguere l'originale dal contraffatto. Noi non indichiamo i sottoscrittori di questo appello perché non avremmo spazio sufficiente a contenerlo".

Commenti (16)

  • Avatar anonimo di Rath
    Rath

    bho probabilmente sono io scemo che non capisco due cose: 1) cosa c'entra il marxismo leninismo con Balzani..bho.. 2) se uno non è religioso non riesce a comprendere le varie fasce sociali? Scusa ma Balzani non fa lo stesso lavoro di colui che Pini voleva proporre come sindaco o mi sbaglio anche in questo caso?

  • Avatar anonimo di isabella
    isabella

    Perchè tra le fila di Comunione e Liberazione ci sono anche contadini ed operai... Ehi Rath: non sai che la religione cattolica è trasversale a tutte le fasce sociali e non snatura nessuna categoria sociale, a differenza del marxismo leninista che in nome dell'identica distribuzione di beni a tutte le persone sviluppa dei soviet supremi di cui i contadini e gli operai sono necessariamente servi. Ti ricordi la dialettica servo-padrone di Hegel ripresa da Marx? il servo lavorando per il padrone diventa padrone del suo stesso padrone visto che il padrone non può prescindere dal servo per vivere ed il servo può assolutamente stare senza padrone. Ce lo vedi Rath, un Prof. o qualcuno del suo gruppo di studiosi, amministratori, imprenditori, prendere una zappa ed andare in un campo? Il meglio tra i due lo lascio decidere a te, rispetto il tuo pensiero ed il percorso logico che ti condurrà ad esprimerlo.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Isabella, l''affermazione "Rondoni non cerca di conquistare i voti dei cattolici" e' talmente ridicola da non meritare commenti, chi ha seguito le campagne elettorali dei due candidati sa benissimo chi dei due ha ostentato la propria religiosita' in ogni momento possibile. Il parlare poi di "universita' comunista" denota soltanto astio ed acrimonia verso un fantomatico "pericolo rosso" che anche i bambini sanno essere sparito da 20 anni. Balzani oltretutto non e' mai stato comunista, ha avuto solo una breve parentesi come Repubblicano 25 anni fa (ed ora invece i repubblicani stan col PdL, toh). Il manifesto della Lega, infine, mi ha fatto solo ridere: intanto perche' con quella foto di Bossi giovane sembrava un residuo di magazzino di 15 anni fa, poi per lo slogan del tutto generico e populista. Ma non si puo' pretendere troppo da chi prima infama un partito e poi ci si allea per pura brama di potere.

  • Avatar anonimo di Rath
    Rath

    Un'ultima domanda: un sindaco di sinistra scelto tra le fila dei baroni dell'Università comunista, azionista e pure membro di una loggia massonica, come può essere rappresentativo degli ideali e dei valori dei contadini e degli operai che ogni giorno devono guadagnarsi con il sudore della fronte ogni piccola mollica di pane? Ok..ma invece di attaccare Balzani, perchè non mi fai capire come e perchè Rondoni potrebbe rappresentare meglio i valori dei contadini e degli operai non rappresentati dal Prof? Giusto per parlare di Rondoni è meglio di Balzani e perchè oppure Balzani è meglio di Rondoni e perchè..

  • Avatar anonimo di isabella
    isabella

    Ciao Matteol, trasmetti pure i tuoi complimenti a chi ha organizzato la campagna mediatica di Balzani. Non mi sembri molto esperto di comunicazione pubblicitaria! Riguardo alla fantasia: non sono io che ho scelto di rappresentarmi o di farmi rappresentare attingendo all'iconografia religiosa classica ma un candidato a Sindaco di Sinistra. Ti dirò di più: il significato di quel manifesto è che Balzani è come il Papa. Ora, con un pò di logica, puoi arrivare a fare il parallelo tra Balzani= candidato a Sindaco di sinistra= personaggio politico di sinistra=politica di sinistra e Papa= massimo esponente di Santa Romana Chiesa= personalità religiosa=religione cattolica, da quì arrivi al binomio: politica di sinistra e religione cattolica, rappresentate in una sola persona: Balzani. Quanto al candidato Sindaco Rondoni non ha mai negato di essere stato direttore di un giornale cattolico -e fino a prova contraria dirigere un giornale é un lavoro-, che il giornale espressione dei principi di Comunione e Liberazione non è mica un segreto di Stato (poteva essere espressione degli ideali dell'opus dei, della monarchia, del socialismo, qual'è il problema?). La confusione tra religione e politica forse è nella tua testa quando senti il nome "Rondoni". Rondoni non vive con lo stipendio della Università comunista, come Balzani, e come fa quest'ultimo, non cerca di conquistare i voti dei cattolici. Quanto alla comunicazione pubblicitaria, per mero esercizio, prova ad analizzare il manifesto della Lega Nord, quello i cui è rappresentato Bossi e v'è scritto "La Lega non ti abbandona": non ti sembra molto più chiaro ed immediato? Un'ultima domanda: un sindaco di sinistra scelto tra le fila dei baroni dell'Università comunista, azionista e pure membro di una loggia massonica, come può essere rappresentativo degli ideali e dei valori dei contadini e degli operai che ogni giorno devono guadagnarsi con il sudore della fronte ogni piccola mollica di pane?

  • Avatar anonimo di Lorenzo Grecis
    Lorenzo Grecis

    PERO' VOGLIAMO ANCHE RIMANERE AI FATTI PIUTTOSTO CHE FARE VOLI PINDARICI... ECCO LE ULTIME AFFERMAZIONI DA UNLUOGO DOVE SI TIENE UN ALTRO BALLOTTAGGIO: davanti ai microfoni della tv locale Teleuniverso, Berlusconi ha attaccato con l'affondo più pesante definendo l'Udc «l'Unione delle clientele» «Il Presidente Berlusconi, nel suo delirio di onnipotenza, oggi offende l'Udc che ha avuto la dignità di dire no ai suoi diktat», replica il segretario dell'Udc Lorenzo Cesa: «Ci dispiace per questa nuova caduta di stile, che documenta un suo nervosismo evidente. Gli consigliamo un pò di camomilla e di tornare a occuparsi dei problemi del Paese». «A Berlusconi lo capisco, è in uno stato di nervosismo comprensibile...», commenta nell'Aula della Camera il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini. «Le offese - conclude Casini - qualificano chi le usa, non chi le riceve». Poi ringrazia Marina Sereni del Pd che in Aula aveva manifestato solidarietà all'Udc per l'attacco di Berlusconi. 17 giugno 2009 CHE FUTURO POTA' AVERE FORLI' CON UNA COALIZIONE FATTA DAL PDL-UDC-LEGA?? booohhh !!!

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    La barzalletta ha più piani di lettura , per questo mi sembra carina.. quello che fa pensare sono i repubblicani che votano democratico , considerato che in questi anni stiamo assistendo alla loor lenta dissoluzione ed assimilazione dentro il PD

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Complimenti ad Isabella per i voli pindarici: Balzani si fa fotografare sorridente con le braccia aperte QUINDI imita il Papa (!) QUINDI confonde politica e religione. Ne hai di fantasia. Rondoni invece - che si presenta come ex-direttore di un giornale cattolico e militante di Comunione e Liberazione - non confonde minimamente religione e politica, no no, neanche un po'. Che tristezza. Meno male che c'e' benni che ci rallegra con le sue esilaranti barzellette, dalle quali si evince che chi ha avuto una famiglia di farabutti e' un repubblicano. Sara' contento Biondi.

  • Avatar anonimo di passatore
    passatore

    Aldilà di tutte le vostre allucinazioni politico-filosofiche, Dietro Balzani c'è la vecchia solita decrepita sinistra , basta ricordare che l'unico movimento politico che continua con onestá a mostrare il proprio volto senza tentare di ingannare i cittadini cambiando nome ad ogni tornata elettorale, e soprattutto senza spacciare questo come cambiamento, é la Lega Nord, tutto il resto é solo " conversazione" come direbbe il grande "Gekko". E già questo significa che siete dei disonesti in partenza.

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    Due giovani amici forlivesi si incontrano. Uno chiede: - Per chi voterai al ballottaggio? Per i Democratici o per i Repubblicani? - Voterò per i Democratici. Mio bisnonno era socialista , mio nonno era comunista, mio padre era democratico e così anche io sono democratico! - Ma che discorsi sono questi?!? E se tuo bisnonno fosse stato un farabutto, tuo nonno un farabutto, tuo padre un farabutto, allora tu cosa saresti? L'altro ci pensa un attimo, colpito dal ragionamento dell'amico e poi ammette - Beh, credo che allora sarei un repubblicano che vota democratico !

  • Avatar anonimo di isabella
    isabella

    Ciao sarina, il Prof. Balzani è portatore di cambiamento, visto che: 1 nessun Candidato Sindaco, nella politica italiana, si è proposto agli elettori con manifesti che lo ritraggono con un sorriso sulle labbra e le braccia spalancate, attingendo dal repertorio delle immagini del Vaticano e confondendo politica e religione (per un candidato Sindaco è grave ignorare la differenza tra politica e religione sancita dai Patti Lateranensi), 2 nessun candidato Sindaco tranne il Prof. Balzani si presenta al proprio elettorato per la propria capacità di vincere al marrafone (governare una città non è mica una partita a carte?), 3 il Prof. Balzani è l'unico che crede che la democrazia partecipata si costruisce con format di carattere storico-politico da propinare alle persone, visto che nella segreteria del pd e nei circoli si decide quali interventi di politica economica, sociale, urbanistica, edilizia, ambientale porre in essere, 4 un candidato Sindaco non può limitarsi ad enunciare il concetto di "etica", "morale", "cultura", "etica della responsabilità",e nel contempo parlare di "battaglia", "guerra", "cacciare dalle case" quando declina le azioni che pone in essere. Questo è il cambiamento che ha nella testa il Prof. Balzani, un cambiamento meramente teorico su cui si può studiare, ma che nella vita comune della città di Forlì non ha ripercussioni. Un solo esempio: è etico che il Comune paghi produttività elevate e spese legali per la difesa di dirigenti che hanno affidato bambini a pedofili? è etico che il Comune declini l'onere di controllo degli interventi e dei servizi che affida al privato? è etico che gli enti pubblici paghino personale per svolgere le stesse mansioni che hanno delegato all'esterno, esterno che finanzia lo stesso Comune? E' etico che il fatto che il Comune risana i conti delle società per azioni cui partecipa e non sostiene le persone senza reddito? Per me non è etico,ma ciò accade e nella proposta di Balzani non si fa cenno a niente di ciò.

  • Avatar anonimo di sarina
    sarina

    Per chi parla ancora strumentalmente di comunisti, marxisti, comunisti cubani, marziani etc etc vorrei dire innanzitutto che il Partito democratico in primo luogo e ovviamente la coalizione di centro sinistra che sostiene Roberto Balzani, è composto da varie anime della tradizione di sinistra, compresi i mazziniani. Aggiungo e termino: il concetto di cultura è un concetto che fa riferimento in primo luogo ad una nostra sfera personale. In questo senso sostengo che se è vero che non è possibile recidere categoricamente le ideologie di punto in bianco, è altrettanto vero che non è possibile, come affermava Robert Kennedy, che le cosiddette “maree della storia” possano venire eluse da una maldestra corsa alle “riserve indiane” né eluse da un etno regionalismo che vorrebbe portarci indietro nella storia invece di cavalcarla concretamente. Il mondo è cambiato e la nostra società di conseguenza, le sfide sono globali e i problemi con cui affrontarle devono giocoforza essere riadattate di conseguenze avendo ben chiara la “posta in gioco”. La sfida del XXI secolo non è più tra repubblicani, comunisti, socialisti o democristiani, ma tra “democratici” e “conservatori”. Non si può più rimandare, non possiamo più fare finta di niente e il compito del Partito Democratico è quello di guidare un centro sinistra che ci porti fuori dal tunnel dell'odio e del conformismo apatico che i nostri oppositori conservatori di destra pare esaltino senza senso di responsabilità nei confronti delle generazioni future. Sara Samorì

  • Avatar anonimo di sarina
    sarina

    E aggiungo: Mazzini più di chiunque altro, predicava la responsabilità di chi ha maggiori possibilità di risorse nei confronti dei popoli ai limiti della sussistenza, costretti dalla miseria a separarsi dai figli, dalle mogli sostenendo che non si sarebbe potuto nutrire rispetto sincero verso le leggi dello stato in queste condizioni, che se la giustizia fosse stata mal distribuita non sarebbe stato possibile apprendere l'amore per la giustizia. E dunque sostenendo che se la società discrimina, non potremo amare di rimando la nostra società? Su quali basi dunque biondi considera Rondoni migliore di Balzani, dopo che il primo ha sottoscritto i famosi 25 punti con la Lega e che si vanta di voler fare piazza pulita degli extracomunitari indiscriminatamente? Per carità, torniamo a quella famosa “etica della responsabilità” di cui ha bisogno la politica per essere credibile e al servizio di tutti noi. Quell'etica della responsabilità di cui Mazzini fu portavoce, di cui Obama ha inaugurato il corso a febbraio di quest'anno e che ora Roberto Balzani sta coraggiosamente portando avanti dall'inizio della sua campagna elettorale Il Cambiamento di questo rinnovato, nei metodi e nelle proposte, centro sinistra che sostiene Roberto Balzani è autentico: è stato sancito dalle Primarie che all'interno del centro destra NON ci sono state

  • Avatar anonimo di sarina
    sarina

    Vorrei rispondere a chi dice che il cambiamento portato da Roberto Balzani è solo di facciata: questo non è esatto Il cambiamento a Forlì è stato sancito da una grande operazione democratica che sono state le Primarie a Forlì e che si sono svolte proprio perchè abbiamo creduto fin dall'inizio che la città meritasse più partecipazione, coinvolgimento e ascolto a tutte le fasi dei processi amministrativi e a tutti i livelli, partendo dalle circoscrizioni, luoghi di raccolta delle istanze e delle richieste di partecipazione dei cittadini Chi afferma nel proprio programma elettorale di voler abolire le circoscrizioni, come biondi dice, afferma di rimando di voler impedire ai cittadini di esprimere la propria opinione lasciando intaccato lo status quo ai livelli più alti. ricordo bene il primo e solo confronto tra biondi e Balzani nel quale il primo, biondi, al termine della serata, affermò con decisione e in presenza di alcuni partecipanti alla serata, che avrebbe sostenuto, in caso di ballottaggio, la coalizione di cui il mazzinianesimo è storicamente parte integrante che è quella del centro sinistra e non certo quella di centro/estrema destra ma Giuseppe Mazzini, di cui ahimè biondi dimostra di conoscere poco la storia e la distinzione tra repubblicanesimo e mazzinianesimo che nasce molto prima, aveva ben chiaro la distinzione tra i due termini MORALE ed ETICA, la prima per definire tutto ciò che si compie “per dovere” e la seconda per definire tutto ciò che si compie “per amore” e nella sua grandezza ci ha insegnato che questi due concetti possono unirsi nel nostro intimo come in un'alta dimensione sociale senza mai sfociare nel facile moralismo...

  • Avatar anonimo di passatore
    passatore

    I repubblicani sono stati saccheggiati dalla sinistra in Romagna e profondamente umiliati, difatti vedi che razza di ideali repubblicani hanno i sostenitori del comunismo cubano...o i giovani dei circoli Arci o dei centri sociali, che sono così democratici, che picchiano , strappano i manifesti e incendiano i gazebo dei loro competitori politici, oppure gli insegnanti di sinistra...che sono così "democratici", da non lasciare parlare quelli che non la pensano come loro..., coprendoli di insulti...bell'esempio di insegnamento democratico, si vede in che razza di schieramento democratico e repubblicano si sono ritrovati... ... solo i vecchi tromboni con il cervello spento non si sono accorti della realtà delle cose, sicuramente nel centro destra troveranno un pò più dignità e spazio per contribuire nuovamente alla crescita culturale del territorio. ...il vero fascismo sta in questi beceri, e antidemocratici atteggiamenti della sinistra...e quelli della Lega Nord...ormai sono come i partigiani del nuovo millennio, arrivati giusto in tempo per liberarci da questo ciarpame politico...è sotto agli occhi di tutti... il resto sarà storia.

  • Avatar anonimo di Thomas
    Thomas

    certamente gli elettori sapranno distinguere chi coltiva gli ideali del repubblicanesimo democratico e del costituzionalismo (una delle grandi conquiste del repubblicanesimo) da chi usa sigle 'repubblicane' per interessi di bottega. Mai si era visto un repubblicano alleato della Fiamma tricolore mai si era visto un repubblicano alleato dei clericali più integralisti e mai si era visto un repubblicano così servile. interessante il rilievo: "certo un cattolico, ma di quelli veri, cosicché la gente lo potrà preferire alle finzioni del repubblicanesimo svenduto alla cultura marxista". Messa in questi termini anche Biondi si è svenduto alla cultura marxista (quando era alleato dei 'marxisti' in consiglio comunale solo 3/4 anni fa), ora si svende alla cultura clerical-fascista. non c'è che dire....un tipo che si svende facilmente.... Viva la Costituzione repubblicana, democratica e antifascista. Thomas Casadei

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -