Forlì, elezioni. Alessandrini (Pd): "Programmazione fondamentale per vincere le sfide"

Forlì, elezioni. Alessandrini (Pd): "Programmazione fondamentale per vincere le sfide"

«Il Documento Unitario di Programmazione è un esempio unico in Italia, condiviso dalla Regione Emilia-Romagna con tutte le istituzioni e le forze sociali. Non è un piano con soli obiettivi: contiene e definisce anche le risorse».
 
Pieno sostegno al DUP arriva da Tiziano Alessandrini, candidato del PD forlivese per le prossime elezioni regionali. La sua dichiarazione nasce a seguito dell'avvio ufficiale del percorso di attuazione di questo Documento Unitario, che consente di avviare strategie di sviluppo attraverso progetti per la valorizzazione dell'interno territorio forlivese e cesenate.
 
Per la provincia di Forlì-Cesena si tratta di 145 milioni di euro messi sul campo attraverso fondi europei, nazionali, regionali e locali, disponibili per la realizzazione di progetti nei settori della ricerca e dell'innovazione, del lavoro e della mobilità, dell'ambiente e della cultura.
 
«Il DUP - prosegue Alessandrini - rappresenta un impianto fondamentale per far compiere un salto di qualità al nostro intero sistema, sia dal punto di vista economico sia da quello sociale. Apprezzo molto la scelta della Regione, che ha investito direttamente sui territori senza diventare essa stessa un ente di spesa. In questo modo non si possono fare gli scempi che invece sta facendo il Governo centrale con il decreto Milleproroghe».
 
«L'iniziativa - conclude - è tra l'altro particolarmente importante perché, in questo modo, il territorio si attiva senza aspettare passivamente che la crisi finisca. La ripresa economica bisogna anche cercarla. E visto che poco si fa a Roma, è bene che si faccia il possibile nella nostra regione, e nel nostro territorio di Forlì-Cesena».

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Sono fondi gestiti dalle autorità pubbliche locali, di centro sinistra, per rilanciare la ripresa, che sarà guidata da imprenditori vicini al centro sinistra. Un modo molto efficiente di mantenere il controllo del territorio attraverso un sistema politico - economico solo apparentemente democratico. Se vuoi lavorare in regione e se vuoi usare quei fondi, hai ben poche alternative. Di buono, in tutto questo, c'è almeno che l'amministrazione locale romagnola è in genere di alto livello, quindi anche se terribilmente di parte, almeno quei soldi li farà un poco fruttare (si spera). In altre regioni, il funzionario del caso se li sarebbe messi semplicemente in tasca. Qui da noi li farà girare fra compagni. Almeno se li godranno in molti. Buon per loro, e lo dico senza ironia.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -