Forlì, elezioni. Balzani: "Battere la crisi insieme"

Forlì, elezioni. Balzani: "Battere la crisi insieme"

Forlì, elezioni. Balzani: "Battere la crisi insieme"

Economia al centro del ‘format' del candidato sindaco Roberto Balzani di martedì 12 maggio al Cinema Apollo di Forlì. Balzani ha presentato un'analisi dei problemi e una serie di proposte per cercare di risolverli.


> IMMAGINI

 

Tre i punti di partenza del professore: "un bravo amministratore deve conoscere bene il mondo del lavoro così come Einaudi, che anche da presidente amava visitare le fattorie del suo Piemonte. E lo stesso vale per i giovani, che devono imparare a conoscere e ad amare il mondo produttivo, aiutati in questo anche dall'amministrazione comunale. Occorre, infine, unire il mondo della produzione e quello della cultura, come accade già in tutti i paesi moderni".
 
Rispondendo alle domande rivolte nelle interviste filmate presentate nel corso della serata ed in quelle del pubblico, Roberto Balzani si è soffermato su alcuni interventi secondo lui prioritari per il mondo produttivo.
 
"In primo luogo la velocizzazione degli iter amministrativi e la sburocratizzazione della pubblica amministrazione, attraverso le nuove tecnologie elettroniche", ha spiegato. "Un passo importante per evitare disagi e lunghe attese, facendo risparmiare tempo soprattutto alle imprese".
 
Un altro aspetto importante è costituito dalla promozione dell'utilizzo di tecniche legate al risparmio energetico e alle energie rinnovabili, a partire dal patrimonio edilizio di proprietà comunale.  La questione passa anche attraverso la realizzazione del nuovo Piano Regolatore, che il Comune dovrà realizzare nel corso della prossima legislatura: "Ciò dovrà avvenire - ha affermato Balzani - attraverso processi di urbanistica partecipata, in cui verranno coinvolti i cittadini e attori sociali diversi, per puntare ad un livello alto di qualità dell'ambiente e della vita cittadina".
 
Sul tema dell'innovazione, fondamentale per le imprese del territorio, Balzani ritiene molto importante l'esperienza di strutture quali "Rinnova", come modalità intermedia tra la ricerca effettuata nel mondo universitario e quella "applicata", necessaria all'impresa.
 
Una domanda dal pubblico ha posto poi la questione dei laboratori gestiti da cittadini stranieri che fanno concorrenza sleale alle imprese contoterziste italiane. "La soluzione a questo problema - ha risposto Balzani - s'inserisce in un ragionamento di legalità a 360 gradi, valido per gli stranieri come per gli italiani che operano in città. Le regole devono essere uguali per tutti: per questo saranno effettuati controlli capillari, per garantire in primo luogo la sicurezza degli occupati in quelle aziende, spesso messa in forse dal non rispetto delle norme sul lavoro".
 
Balzani ha ricordato infine come la provincia di Forlì-Cesena abbia la più bassa occupazione femminile della regione: tra gli obiettivi di coesione sociale della nuova amministrazione, perciò, "vi sarà l'implementazione di tutti gli strumenti che possono dare risposte utili alle donne che lavorano, a cominciare dall'aumento degli asili nido". 


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -