Forlì, elezioni. Balzani: "Ecco le prime dieci cose da fare subito"

Forlì, elezioni. Balzani: "Ecco le prime dieci cose da fare subito"

FORLI' - "No al razzismo, sì alla solidarietà: accordi con grande distribuzione ed introito ICI dell'iper destinato a rilanciare il centro storico". Sono queste alcune delle proposte che il candidato sindaco del Pd e del centrosinistra, Roberto Balzani, lancia a due giorni dal voto.

 

 "La nostra realtà - spiega Balzani - si è sempre caratterizzata per le politiche di integrazione e coesione sociale, che non possono venir meno nei periodi di crisi, senza creare una vera  e propria lotta tra poveri, di cui gli slogan razzisti della Lega e del PDL sono lo specchio indecoroso e contraddittorio".


Balzani avanza poi alcuni interventi ritenuti prioritari, da attivare immediatamente dopo l'insediamento della nuova amministrazione.

Per i cittadini Balzani propone "condizioni agevolate sui servizi per i lavoratori di aziende in crisi, come tariffe agevolate per i servizi comunali (scuole e asili, oltre ai contributi già in essere per gli affitti), in relazione al bisogno e non alla nazionalità dei richiedenti; ulteriori accordi con banche per sospensione mutui e finanziamenti; accordi con esercenti e grande distribuzione per vendita a condizioni particolare ed acquisti last minute per merci deperibili, rivolti soprattutto a categorie particolari come pensionati, studenti fuori sede, lavoratori in cassa integrazione".
 
Per gli operatori del centro storico, invece, il candidato sindaco del centrosinistra afferma: "la crisi incide in modo pesante anche sugli operatori del centro storico. Le proposte di Balzani sono state precisate per quanto riguarda le modalità per iniziative di rilancio, con progetti specifici e microprogetti, quelli quello riguardante via G.Regnoli sul quale si intendono avanzare da subito le richieste di finanziamento alla Regione (strada dell'arte e dell'artigianato); 5- destinazione dell'introito ICI dell'iper al finanziamento di progetti di rilancio del centro cittadino".
 
Il professore forlivese avanza anche alcune proposte per le imprese: "per le imprese l'obiettivo immediato è risparmiare tempo, velocizzando i tempi di risposta da parte delle istituzioni per imprenditori, professionisti, cittadini, attraverso una riforma della macchina amministrativa che riguardi regolamenti, processi, forme di comunicazione; ulteriore supporto ai Consorzi Fidi, con specifica attenzione alla nascita di neoimprenditoria femminile e giovanile; impegno del comune per un migliore accesso alle reti internet a banda larga su tutto il territorio; concorrenza sleale e lavoro nero: legalità a 360 gradi. Le regole devono essere uguali per tutti: per questo saranno effettuati controlli capillari, per attività gestite da stranieri e italiani, per garantire in primo luogo la sicurezza degli occupati in quelle aziende, spesso messa in forse dal non rispetto delle norme sul lavoro; la provincia di Forlì-Cesena ha la più bassa occupazione femminile della regione: tra gli obiettivi di coesione sociale della nuova amministrazione, perciò, vi sarà l'implementazione di tutti gli strumenti che possono dare risposte utili alle donne che lavorano (nidi, ma non solo)".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Gianluca C.
    Gianluca C.

    I leghisti ingrassati col lavoro nero dei clandestini nel nord est, le liste autonome del sud unte dagli sfruttatori degli schiavi maghrebini del pomodoro, Silvio nega le realtà più ovvie come la mancata copertura sociale alla nuova disoccupazione precaria, ma tu ci credi caro qualunquista a quello che sostieni? Non c'è differenza dagli altoparlanti installati nelle case del soviet alle televisione del nuovo regime italiano.

  • Avatar anonimo di innominato
    innominato

    povero balzani, ma ci fa o proprio crede a cio che dice?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -