Forlì, elezioni, Casara (LN): "Emergenza educativa nelle scuole"

Forlì, elezioni, Casara (LN): "Emergenza educativa nelle scuole"

Forlì, elezioni, Casara (LN): "Emergenza educativa nelle scuole"

FORLI' - La Lega Nord presenta le sue proposte amministrative in merito alla scuola, per bocca della candidata al consiglio comunale di Forlì, Paola Casara in Rusticali: "Bisogna guardare alle priorità, non ai piatti di ceramica, come ha fatto Balzani. Noi proponiamo la concretezza, visto che i soldi sono pochi. I tagli sono stati fatti al pubblico e al privato, per cui non si può fare una guerra tra poveri. Partiamo dall'emergenza educativa che c'è nelle scuole in questa società complessa".

 

Citando lo stesso documento, del 1950, di Piero Calamandrei, che anche Balzani ha citato, la Casara parla di "pericolo di disfacimento morale". "La scuola non è solo istruzione, ma anche educazione. L'amministrazione deve rispondere non solo su quanto si sta a scuola, ma anche su come ci si sta e, fino ad oggi, non è mai stata premiata la qualità e l'esperienza degli insegnanti".

 

Una prima proposta per aiutare i genitori nel percorso educativo è quella di sportelli di ascolto ed aiuto all'interno delle scuole. Nel programma della Lega si chiede anche la modifica dei criteri di assegnazione dei posti nei nidi e nelle scuole dell'infanzia, inserendo il principio di residenza con limite minimo di accesso di 5 anni.

 

Attenzione anche alla creazioni di nidi interaziendali a partecipazione e gestione pubblico-privata, ad iniziative e corsi di formazione, in collaborazione con l'Università, all'introduzione di controlli periodici da parte delle forze dell'ordine, come prevenzione dell'uso di sostanze stupefacenti.

 

Due punti particolarmente sentiti riguardano l'inserimento di mediatori culturali, non affidati al volontariato, ma istituzionalizzati, "pagati dal Comune come consulenze esterne" ed una verifica ed adeguamento alle vigenti norme di sicurezza, di tutti i plessi scolastici della provincia.

 

Chiara Fabbri

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Gianluca C.
    Gianluca C.

    Emergenza educativa, minori fatti oggetto di attenzioni sessuali in numerosi istituti a direzione cattolica in italia e all'estero, sordomuti compresi. Privatizziamo pure........

  • Avatar anonimo di Gianluca C.
    Gianluca C.

    OCCHIO RONDONI CHE I TUOI ALLEATI TE MENANO! REGGIO EMILIA - Umberto Bossi scatenato contro Casini e l'Udc: "Casini è un pirla", è stato il lapidario commento del leader della Lega Nord a Reggio Emilia, quando gli hanno riferito un giudizio sul governo dell'ex-presidente della Camera. Casini, infatti, aveva detto che, mentre "Berlusconi chiacchiera, la Lega comanda". E,poco dopo, in un comizio, Bossi rincara la dose: "Non date un solo voto all'Udc e alle altre sigle. Questo è il passato che cerca di tornare. Quella parte merita solo legnate".

  • Avatar anonimo di Chiara MAzza
    Chiara MAzza

    Aggiungo a quanto detto da Maria Teresa che il nido aziendale Sabbatani è stato reso possibile anche grazie al lavoro svolto dalla Circoscrizione 5, che ha creduto nel progetto e ne ha sostenuto fortemente la realizzazione. La Lega Nord e la sig.ra Casara (che ci tiene a rimarcare anche il cognome da coniugata, chissa perchè?!) si appropriano, come se fossero idee loro ed in modo assolutamente inopinato, della politica scolastica, fin qui svolta in modo esemplare dalle giunte di sinistra, e del programma del candidato Balzani e della coalizione di sinistra. Una domanda nasce spontanea: ma la signora Casara da che parte sta? Lo sa inoltre che se dovesse vincere, ipotesi assolutamente remota, dovrebbe insegnare il dialetto a scuola, come sostenuto dal suo partito e dal suo segretario Vanetti? I mediatori culturali forse le potrebbero servire... Chiara Mazza

  • Avatar anonimo di mtvaccari
    mtvaccari

    Fa una certa impressione sentire affermazioni come ""La scuola non è solo istruzione, ma anche educazione" da parte di chi ha abolito o sta per abolire le compresenze (senza cui salteranno laboratori, informatica, gite scolastiche) e gli insegnanti specialisti di lingua straniere (sostituiti da corsi di formazione fatti dagli insegnanti delle medie a quelli delle elementari!) Oltre alle evidenti carenze di informazioni che ha già sottolineato chi mi ha preceduto, vorrei segnalare alla Sig.ra Casara in Rusticali un'interessante esperienza di asilo aziendale che è stato illustrato lo scorso 27 maggio all'incontro sui temi del governo di genere. Per sostenere il rientro al lavoro dalla maternità, l'Azienda Sabbatani ha istituito 5 anni fa, in collaborazione con il Comune, un asilo aziendale mettendo a disposizione i locali e riservando 4 posti su 16 ai figli dei dipendenti. I restanti rimangono a disposizione dei residenti. E' il primo caso in Emilia Romagna e uno dei 10 esistenti in Italia. E' evidentemente una prerogrativa della Lega fare affermazioni senza prima informarsi adeguatamente, come più volte è successo all'On. Pini sul tema dell'Università a Forlì e Ravenna. A proposito, e le scottanti carte sulla carriera universitaria di Roberto Balzani sono ancora in viaggio da Roma? Forse le porterà il ministro Castelli la prossima settimana? Maria Teresa Vaccari

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Sportelli di ascolto, mediatori culturali, corsi di formazione... tutte cose che hanno dei costi, e grazie ai tagli ai comuni ed all'istruzione del vigente governo questi non ci sono. Chi paga? Aumentiamo le imposte comunali?

  • Avatar anonimo di Massimo Dellavalle
    Massimo Dellavalle

    A parte il principio (a mio avviso discriminatorio) dei 5 anni di residenza per l'accesso ai nidi e alle scuole dell'infanzia - che comunque mi pare già messo in atto da questa amministrazione di sinistra-, i punti mi paiono copiati pari pari (Calamandrei compreso) dal Format sulla scuola organizzato dal PD il 22 maggio, che le idee del PD siano idee buone -adesso- anche per la Lega? o forse la Lega non ha grandi idee sulla scuola e allora le copia da altri? E non ha neppure il buon senso di informarsi : i controlli con i cani antidroga (Finanza e Polizia) a sorpresa sono già di routine nelle scuole così come sono già in corso progetti sul dialetto locale, che tanto sta a cuore alla Lega, ma che la Casara in Rusticali ha qui dimenticato. Come può la Lega lamentarsi dei tagli fatti dal governo sulla scuola, quando essa stessa li ha votati in finanziaria con il deputato Pini - ma non dovrebbe essere a Roma anziché in giro per forlì?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -