Forlì, elezioni. Giunchi (PdL) e il 'trasformismo' di Bertaccini

Forlì, elezioni. Giunchi (PdL) e il 'trasformismo' di Bertaccini

Quasi da non credere e tuttavia decisamente patetica e sconcertante, la notizia della presentazione della lista "Nuova Romagna" di Bertaccini (Sgabanaza) in appoggio al candidato Sindaco di centro-sinistra, Balzani. Bertaccini, entrato in Giunta appena un anno fa, con una delega indefinibile e inconsistente, non ha combinato assolutamente niente, e tuttavia ha ora il coraggio, unitamente al giovane Tampellini, di difendere la Giunta dell'ormai ex Sindaco Nadia Masini, con tutti i guasti che ha provocato in questi cinque anni.


Per dimostrarlo bastano il caso IPER e lo scandalo dei Servizi Sociali, per bollare di inettitudine, irresponsabilità e arroganza, questa Giunta ormai agonizzante. Bertaccini si è rivelato il classico campione del più puro trasformismo perché la sua lista "Nuova Romagna", cinque anni fa era alternativa a quella di Nadia Masini, come programma e soprattutto per i candidati che la componevano e che ha poi ovviamente perduto per strada nella sua marcia di avvicinamento al centro-sinistra.


Non ci sono giustificazioni per l'Assessore Bertaccini, al quale piace troppo la poltrona e quello che essa può dare, in barba agli interessi della gente che aveva avvicinato e che voleva invece cambiare rotta. La sua lista era nata per questo. Quella di Bertaccini è ora invece la lista della conservazione, dei privilegi, degli interessi di bottega, di un certo cooperativismo, di certi interessi finanziari, di un certo associazionismo. E' insomma la lista della mistificazione politica e della mimetizzazione che potrebbe benissimo chiamarsi della "Vecchia Romagna", assieme alle liste di Rifondazione Comunista, dei Verdi, dell'estrema Sinistra multicolore e ovviamente, degli ex Comunisti e ex Democristiani del P.D che appoggiano il candidato Sindaco Balzani.

 

Flavio Giunchi (consigliere comunale di Forza Italia - Pdl a Forlì)

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Riccardo Tampellini
    Riccardo Tampellini

    Non voglio polemizzare con Giunchi, e non parlerò per bocca di Bertaccini. Voglio solo ricordare che Giunchi si dimentica, nell'accusare la nostra lista civica di essere la lista della conservazione e dei privilegi, che la variazione del Regolamento Comunale da lui proposta un mese fa prevedeva la scomparsa dei monogruppi uscenti dalla decisione degli elettori. In breve, se un partito o una lista riusciva a far eleggere un solo consigliere, questo non poteva rappresentare da solo la propri idea, ma doveva andare o nel gruppo misto, oppure unirsi ad un altro gruppo esistente. Questa è conservazione, questi sono privilegi, tentare di forzare la mano e obbligare la città al bipartitismo. Questo è stato un tentativo scorretto, e come tale bocciato da quasi la totalità dei consiglieri, sia di centro destra che di centro sinistra. E se non bastasse, si ricordi che attraverso di me, la lista Nuova Romagna ha voluto ed ottenuto un maggiore controllo delle Società Partecipate, chiedendo verifiche trimestrali anzichè annuali, ed ottenedo che ogni 6 mesi il consiglio giudichi l'operato delle Partecipate( grazie all'intervento della Cons. Burnacci del PDL). La proposta di Giunchi lasciava inalterato il regolamento che prevedeva una seduta annuale in occasione del bilancio, quindi decisamente troppo tardi. E' facile lamentarsi sulle Partecipate, ma bisogna anche applicarsi quando c'è l'occasione per migliorare le cose. Ha ragione nel dire che ci sono stati degli errori nell'amministrazione, ma anche tante cose buone. Noi siamo una lista civica, siamo sul pratico, e abbiamo visto anche molte cose fatte bene. Ci si impegna ancora, per aiutare a risolvere gli errori fatti. (Riccardo Tampellini)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Ormai, con tutte queste liste che appoggiano Balzani credo che vincerà al primo turno, se solo gli amici, parenti, dipendenti di questi personaggi voteranno per loro. Voglio vedere poi cosa combineranno dopo, e quante poltrone da sistemare!

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    Non entro nel merito della scelta politica del messer "sgabanaza" di appoggiare il Balzani (sara' irrilevante); Per me e' un giullare e tale rimane, attorniato da mestieranti di poco valore....ma vi arriva comune aperto con i report di tampellini?? Sn ridicoli e sn ridiclole le motivazioni.....il peggio e' che non li pensa ne' scrive lui....sarebbe peggio...forse... in che mani siamo.

  • Avatar anonimo di Valerio Melandri
    Valerio Melandri

    Giunchi ha perfettamente ragione. Ma come diceva un mio Maestro "non si puo' cavare il sangue dalle rape" e con gerte gente non si ragiona. (valerio melandri)

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -