Forlì, elezioni: lunedì la candidatura ufficiale di Gianluca Pini

Forlì, elezioni: lunedì la candidatura ufficiale di Gianluca Pini

Forlì, elezioni: lunedì la candidatura ufficiale di Gianluca Pini

FORLI' - La Lega Nord di Forlì presenterà ufficialmente ai cittadini la candidatura di Gianluca Pini a Sindaco di Forlì lunedì 27 aprile alle ore 20.30 al salone comunale di Piazza Saffi. Per Pini sarà la prima occasione di incontro con la cittadinanza su temi caldi come sicurezza, immigrazione, lavoro, ambiente e servizi sociali. E contro il degrado del centro storico la Lega presenterà ufficialmente anche il progetto amministrativo denominato "Piazza Pulita".

 

Ad annunciarlo è una nota di Jacopo Morrone, Segretario Organizzativo della Lega Nord Romagna. "Stiamo sviluppando 6 progetti concreti e applicabili - spiega lo stesso Morrone - per programmare l'attività amministrativa sui temi principali. Vogliamo infatti evitare le proposte fatte in emergenza come invece ci ha abituato la sinistra che, seppur vestita a nuovo con la maschera di Balzani, ha dietro la facciata tutto il vecchio apparato senza più idee"

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Nicola
    Nicola

    All'onorevole Pini, vorrei chiedere se una volta al Comune di Forlì ha intenzione di governare come il suo alleato, ex sindaco di Catania, Scapagnini, che ha lasciato UN MILIARDO DI EURO di debiti, che noi cittadini dovremo sborsare? Perchè invece di arrestarlo, scapagnini è stato promosso eleggendolo come deputato europeo e i suoi debiti sono stati in parte ripianati con un decreto legge del governo, di cui fa parte, a pieno titolo, la LEGA NORD... altro che Roma ladrona... quando sono gli amici a fare i debiti non si bada a spese. tanto i soldi sono i nostri, di noi cittadini che paghiamo le tasse fino all'ultimo centesimo... Nicola Candido

  • Avatar anonimo di Mirko Morelli 79
    Mirko Morelli 79

    mah....davvero pensate che Pini possa essere eletto sindaco? va beh che alla divina provvidenza non c'è mai fine...ma è fantapolitica.

  • Avatar anonimo di Roberto S
    Roberto S

    On.le Pini, Grazie per i chiarimenti. Per quanto riguarda il compenso credo che non sia il problema fondamentale. E' più rilevante la presenza e quindi convengo con lei che sia serio rinunciare all'incarico di Parlamentare! Buona giornata!

  • Avatar anonimo di Gianluca
    Gianluca

    @roberto s Nel caso venga eletto sindaco mi dimetterei volentieri da deputato, no problem. Valuti però il fatto che alcuni colleghi che hanno il doppio ruolo di fatto fanno risparmiare al comune lo stipendio del sindaco, in quanto non va cumulato. Non parliamo di due lire dato che, lordi, sono 70.000 euro all'anno... cmq, io problemi non ne ho, anzi, fare il sindaco a forlì vorrebbe dire lavorare dalle 7 alle 23 ogni giorno, sarebbe difficile fare anche il deputato. Almeno come lo intendo io. Per quanto attiene invece il ruolo in consiglio, a parte il populismo di chiamare un seggio di consigliere di minoranza in comune "poltrona", sicuramente non mi dimetterei nell'arco del primo anno. Poi bisogna valutare chi è il primo o la prima dei non elettio. Se si tratta di un giovane capace, accellererei i tempi di uscita di certo.. @nando se ha la bontà di spiegarmi questo humor inglese da cosa origina le sarei grato. La mia mente, per quanto contorta non ci arriva..

  • Avatar anonimo di nando
    nando

    Questa è la conferma che l'unica attenzione che la Lega dedica all'ambiente è quella rivolta ai ...pini.

  • Avatar anonimo di Roberto S
    Roberto S

    Carissimo On.le Pini, mi permetto di farle solo una domanda a proposito delle poltrone. Nel caso venga eletto Sindaco si dimetterà dall'incarico Parlamentare? E qualora venga eletto in Consiglio Comunale terrà la doppia poltrona? Scusi se sono diretto, ma mi piacerebbe sapere come la pensa... Grazie per la risposta! Buona serata!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -