Forlì, elezioni. Morelli (Verdi): "La nostra, pesante, sconfitta elettorale"

Forlì, elezioni. Morelli (Verdi): "La nostra, pesante, sconfitta elettorale"

FORLI' - La pesante sconfitta elettorale del mio partito e personale è talmente netta che non consente il solito teatrino del dopo voto dove tutti comunque si affannano a spiegare di aver vinto comunque. I Verdi hanno perso ovunque in Italia mentre oltre le Alpi - a pochi minuti di distanza da noi - raggiungono percentuali altissime di consenso. Questo mi rende felice e mi conferma che il progetto ecologista è più che mai attuale e a portata di mano. "Semplicemente" da noi la strada è più lunga, più difficile e più lenta.


Paradossalmente mai come in questa campagna elettorale ho visto tante persone nuove, di ogni età, partecipare alle belle iniziative che abbiamo realizzato toccando tutti i temi che per noi sono prioritari: salute, ambiente, raccolta differenziata e rifiuti zero, sicurezza e prevenzione sulle strade e sul lavoro, benessere animale... C'è quindi un interesse sempre più solido dei cittadini verso questi obiettivi ma quello che, forse, non abbiamo potuto esprimere al meglio è che il cambiamento che ormai tutti accogliamo nel nostro immaginario (mobilità lenta, produzioni e consumi a km 0, minor produzione di rifiuti) non dipendono solo da chi governa e amministra ma da ogni singolo cittadino e da quanto questi è disposto a modificare del PROPRIO stile di vita.


Dovevamo e dovevo (per la parte di responsabilità personale che ho ricoperto) spiegare meglio questo passaggio perchè nei pochi anni al governo della città ho potuto misurare con concretezza che va tutto bene ed è forte la richiesta dei forlivesi per tutto questo finchè non si passa dalla teoria (condivisa) alla messa in pratica. E' assolutamente normale e fisiologico: legittimamente ogni cambio di abitudini trova ostilità e paure ma il salto di qualità ci sarà solo a fronte di questa consapevolezza da parte di ognuno di noi.


Ecco perchè è giusto impegnarsi - come dice non ricordo chi - per convincere e non per vincere. Nei prossimi anni, quindi, dovremo fare soprattutto questo ma sarà più piacevole e facile per tutti se amministrerà il Sindaco Balzani perchè con la sua profonda e rassicurante serietà ha già detto ai cittadini che ci sarà da lavorare e lavorare duro per raccoglierne i frutti a vantaggio di tutti.


Come non vedere, quindi, l'uso biecamente strumentale dei bisogni dei cittadini da parte della Lega e di tutto lo schieramento che sostiene Rondoni, oggi affannato a dire che cambieranno il programma pur di arrivare al "potere"? Una cosa la dimostrano chiaramente: che sono disposti a raccontare qualunque cosa oggi per prendere i voti e domani ... chissà.


Un ultima considerazione personale: mi dispiace profondamente aver contribuito in negativo al risultato già poco gratificante dei Verdi di Forlì ma non sono (non siamo) bravi a farci la guerra fra noi per accapparrarci le preferenze. E, se una piccola consolazione ci viene consentita, è proprio quella di vedere che purtroppo le preferenze dei cittadini spesso non sostengono chi ha lavorato sul territorio, ogni giorno e magari sommerso e sopraffatto dalle proteste di chi vuole un mondo migliore purchè siano solo gli altri a cambiare le proprie consuetudini.


Motti, emerito sconosciuto e oggi parlamentare europeo, è un esempio che vale per tutti e a tutti i livelli.
Un ringraziamento sentito e sincero, pertanto, ai pochi convinti sostenitori dei Verdi e dei suoi rappresentanti locali.

 

Sandra Morelli, Verdi Forlì

Commenti (14)

  • Avatar anonimo di SilviaG
    SilviaG

    Cara Sandra, per conto mio non posso che ringraziarti per quello che hai fatto e cercato di fare. Hai sempre creduto in quello che facevi, argomentato le tue motivazioni anche di fronte a critiche feroci e attacchi personali e non sei scesa a compromessi, forse questo è stato un errore? Non credo che il tempo sia galantuomo, non in questo paese almeno. Peccato. "La società spesso perdona il criminale ma non perdona mai il sognatore" (O. Wilde)

  • Avatar anonimo di Alessandro Fabbri
    Alessandro Fabbri

    Morelli, ma cosa sta cercando? Il cilicio? La flagellazione pubblica? La lapidazione pietra per pietra? Dica, dica. Lei è stata sonoramente bocciata dagli elettori, ed ha causato il crollo del suo partito, e dice a chi glielo ricorda che queste sono 'vaghe e astratte accuse'?. Lei è stata politicamente annientata, lo chieda ai forlivesi cosa pensano di lei e si chieda semmai perche' l'hanno bocciata cosi fragorosamente. Non sara' che lei viene 'percepita' a Forli come la sciagurata autrice di un Piano del Traffico contestato da tutti? Non sara' che il suo atteggiamento autoritario-puzza sotto il naso le ha creato antipatie?I fatti sono che lei ha fatto piu' danni ai Verdi persino di Pecoraro Scanio.... Si interroghi Morelli, si interroghi. Anzi: faccia un mea culpa vero, non in politichese. Grazie.

  • Avatar anonimo di Sandra Morelli
    Sandra Morelli

    Non vorrei annoiare nessuno ma ormai è solo un ping-pong fra noi due e non mi tiro indietro. Insisto nel chiedere che lei esponga nel merito le vaghe e astratte accuse che mi rivolge. Sono assolutamente interessata alle critiche tanto che la sto inutilmente sollecitando a portarne almeno qualcuna! Se poi le sono semplicemente antipatica.. basta che lo dica e non replicherò più perchè è semplicemente normale non piacere a tutti.

  • Avatar anonimo di Alessandro Fabbri
    Alessandro Fabbri

    Morelli, io non sono nè maldicente ne superficiale. Stiamo discutendo delle ragioni alla base della sua bocciatura politica. Io le dico che le ragioni sono da ricercarsi anche nel suo comportamento da amministratore, che ha creato danno a tutti i forlivesi e chiaramente causato il crollo dei Verdi. Lei dice invece che non è vero e che non è giusto e accusa chi le fa notare la bocciatura. Quello che è giusto, glielo ripeto ancora, è quello che pensano di lei gli elettori che sono stati sfortunatamente sotto la sua Amministrazione. Glielo hanno dimostrato chiaramente col voto. Circa l'intimidazione: e' proprio questa parola che la qualifica, la sua spudorata presunzione la fa ritenere al disopra di ogni critica, che viene da lei pretestuosamente etichettata per intimidazione, al solo fine di intimidire che gliela esprime. Ma il tempo è galantuomo e ci dira' molto presto tante cose su di lei. Elettoralmente le ha gia' dette, adesso vediamo il resto (politicamente parlando) e cioè quando e come avverra' la resa dei conti dentro il suo partito.

  • Avatar anonimo di Sandra Morelli
    Sandra Morelli

    Come volevasi dimostrare: non ha nulla da dire e si figuri se mi faccio intimidire da persone come lei. Anzi è proprio la gente superficiale e maldicente che mi rafforza nell'idea e nell'impegno attivo che manterrò fino a quando deciderò io. Il voto non ci/mi porta in Consiglio comunale. Punto. Non sarà mica di quelli che pensano che si faccia politica solo se c'è la cosiddetta "poltrona"...

  • Avatar anonimo di Alessandro Fabbri
    Alessandro Fabbri

    Morelli, Neanche adesso lei fa autocritica! Nonostante la batosta, lei fa sempre la Superbona. Guardi che basta chiedere ai suoi ex-collaboratori e a tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerla 'on the job'; basta tastare l'opinione che ha chi l'ha vista all'opera. E comunque quello che è giusto è quello che le hanno detto col voto gli elettori. Le hanno detto di starsene a casa. Se ne faccia una ragione.

  • Avatar anonimo di Sandra Morelli
    Sandra Morelli

    Dica pure. Quali sarebbero i comportamenti presuntuosi e arroganti che in comune ricordano tanto? Le assicuro che se riconoscerò qualcosa di veritiero in quello che dirà (se mai scriverà qualcosa al riguardo) lo ammetterò pubblicamente. Non vorrei però fossero storie inventate di sana pianta tipo quella che mi è arrivata alcuni gg fa sul presunto fatto che sarei sempre entrata in P.zza Saffi in macchina.. Sappia - e può controllare in Comune - che non ho mai voluto neppure il permesso di accesso e/o sosta gratuita che (tranne Alessandro Ronchi) veniva dato a tutti i consiglieri comunali (oltre agli assessori, Sindaco..). Una cosa "arrogante" l'ho fatto in proposito stabilendo che anche questi amministratori almeno paghino una tariffa annuale. O la infastidisce il fatto che uso scarpe con il tacco alto (visto che sono stata attaccata sulla stampa anche per questo)??? Ci dica... ci dica. S

  • Avatar anonimo di Alessandro Fabbri
    Alessandro Fabbri

    Cari Zivago-cioccapiatti e Bradipo-indovino che neanche usate il vostro nome, ma sapete di che razza di comportamenti presuntuosi e arroganti è stata capace l'assessora di cui parlate nel periodo in cui ha fatto i danni piu' irreparabili possibili alla causa dei Verdi? Non lo sapete? E allora andate a informarvi! Chiedete in Comune.... Il bello è che la madama imperversa ancora oggi sui giornali, se fossi Turroni l'avrei espulsa subito... che sciagura per i Verdi! e ancora parlate? Mandatela via. VIA DA FORLI.

  • Avatar anonimo di dottorzivago
    dottorzivago

    Sandra, sono d'accordo con lei, sono anche convinto che lei avrebbe potuto portare il mare in piazza saffi e i giudizi di certe persone non sarebbero diversi - oggi - sul suo operato. Ormai si viaggia a slogan, propaganda, p**e. Il prodotto dei Verdi era ottimo, ma non si è venduto. Questo è il tempo degli abili venditori, degli illusionisti e dei cioccapiatti. Grazie comunque.

  • Avatar anonimo di il bradipo
    il bradipo

    Bene, cominciano a girare le prime indiscrezioni , dunque Alessandro Fabbri papabile nuovo assessore al traffico nella prossima giunta?

  • Avatar anonimo di Alessandro Fabbri
    Alessandro Fabbri

    Morelli, Troppo comodo dire cosi. Conosco benissimo le dinamiche delle decisioni comunali ma lei ha messo la faccia e l'immagine dei vERDI avallando un Piano del Traffico orripilante, 'vecchio' come concezione, assurdamente ed arrogantemente spiegato, che ha creato rabbia e malumore (eufemismo.....) in citta' e, prima la Masini, e poi lei e il suo partito, ne avete pagato le conseguenze. Chi la fa l'aspetti, e un po' piu' di umilta' le farebbe molto bene. Non sentiremo la sua mancanza.

  • Avatar anonimo di Sandra Morelli
    Sandra Morelli

    Ad Alessandro Fabbri. Posso solo dirle che lei - come tanti altri cittadini, purtroppo - sembra non conoscere affatto i meccanismi decisionali della pubblica amministrazione. Premesso che non dico questo per "scaricare" barili le ricordo solamente che ogni atto/delibera/decisione amministrativa è collegiale. Se si riferisce al Piano del Traffico questo è stato approvato e riapprovato in Giunta, in Consiglio Comunale, nelle commissioni, nelle circoscrizioni, ecc.. Questo, ripeto, solo per dire che non c'è mai (e lo spero anche per il futuro) un "uomo solo al comando". I Verdi e la sottoscritta erano al governo della città per realizzare il programma del Sindaco Masini (si trova ancora, basta leggerlo) e quando abbiamo visto che si voleva fare altro ci siamo comportati di conseguenza. Io ho rassegnato le dimissioni (non mi pare ci siano molti altri esempi..) e i Verdi sono andati all'opposizione. Si tenga tutti i Motti del mondo se preferisce ma si aggiorni meglio prima di attaccare le persone.

  • Avatar anonimo di Alessandro Fabbri
    Alessandro Fabbri

    Morelli, Lei ha la colpa del risultato disastroso dei verdi, lei e solo lei. E' opinione generale che lei abbia amministrato poco saggiamente, con decisioni prese frettolosamente e male, e spiegate peggio, e che la sua arroganza elitaria sia quindi stata punita dagli elettori. Si faccia un vero esame di coscienza, si metta da parte, lasci stare Motti e ripensi al disastro politico che ha regalato ai suoi amici verdi. Grazie.

  • Avatar anonimo di Roberto S
    Roberto S

    Evidentemente se una lista civica che fa del programma "Verde" il proprio credo batte gli stessi Verdi... Io mi porrei il dubbio se forse è il caso di attuare quel cambiamento fisiologico che in politica non avviene mai... se non per demenza conclamata o peggio (scherzo...) In questo caso, a malincuore, devo notare che gli elettori hanno mandato a casa una generazione di politici che forse ha esaurito le batterie politiche... raro, veramente raro! Sig.ra Morelli, Sig. Turroni, provate a far qualche cosa di altro nella vita, adeguando però il vostro modo di vivere al vs. credo di Verdi... In bocca al lupo!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -